F1 | GP Italia – Griglia di partenza, possibili strategie e passo gara

Kimi Raikkonen e la Ferrari conquistano la Pole Position a Monza su gomme SuperSoft. Strategie GP Italia griglia di partenza

Strategie GP Italia griglia di partenza
Foto Pirelli

Il giro più veloce nella storia della Formula 1 è stato ottenuto su SuperSoft: mescola che verrà usata dai piloti che partiranno in TOP 10.

Kimi Raikkonen ha ottenuto la pole position del Gran Premio d’Italia al termine di una qualifica estremamente combattuta fino all’ultimo secondo. Il pilota Ferrari ha ricevuto il Pirelli Pole Position Award da Mick Schumacher, figlio di Michael, recordman di Monza con cinque vittorie. Il tempo di 1:19.119 firmato da Raikkonen su SuperSoft è anche il giro più veloce di sempre nella storia della Formula 1, il cui precedente record risale al 2004.

La Pirelli ha simulato e determinato le migliori strategie per la quattordicesima gara della stagione.

Strategia più veloce:
  • 1 Pit Stop: 1 stint con SuperSoft (20-30 giri) + 1 stint su Soft (fino al traguardo, 23-33 giri)
Seconda strategia più veloce:
  • 1 Pit Stop: 1 stint con Soft (25-35 giri) + 1 stint su SuperSoft (fino al traguardo, 18-28 giri)
Terza strategia più veloce (in caso di caldo e blistering alle gomme):
  • 2 Pit Stop: 1 stint con SuperSoft (15-20 giri) + 1 stint su Medium (fino al traguardo 33-38 giri)
Mescole dei primi 10 e griglia di partenza

I primi dieci piloti partiranno su SuperSoft: questa mescola è stata usata da inizio a fine sessione ed è più veloce di quasi mezzo secondo rispetto alla Soft, su questo circuito che presenta poche curve.

Griglia di partena F1 GP Italia Monza 2018 starting grid GP Italia Griglia di partenza
GP Italia Griglia di partenza 2018 – Foto: FIA
Maggior numero di giri con una stessa mescola

Un post condiviso da F1inGenerale (@f1ingenerale) in data:


Mario Isola, Responsabile Pirelli Motorsport:

“Dopo le diverse interruzioni di ieri, oggi è stata una giornata più ‘lineare’. Ai Team mancano però dati pienamente rappresentativi sull’asciutto, e ciò rende ancora più difficile ipotizzare una strategia ottimale per la gara. Nonostante ciò, la più veloce dovrebbe essere a una sosta, da supersoft a soft.

Tale ipotesi potrebbe cambiare nel caso in cui le condizioni asfalto fossero completamente diverse rispetto a quanto visto finora. Il ritmo dei piloti di testa è molto ravvicinato e le prestazioni dei pneumatici sono state molto buone in condizioni così varie, quindi dovremmo vedere una gara estremamente combattuta e rapida. Complimenti a Kimi Raikkonen e alla Ferrari per la pole position da record”.

Foto e dati: Pirelli


F1 | GP Italia – Magnussen: “Alonso pensa di essere Dio, non vedo l’ora che vada in pensione”

Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo.

mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.