F1 | GP Italia – La Haas prevede difficoltà, Steiner: “Inutile sognare di entrare in Q3”

Si avvicina il weekend di Monza e per la Haas si prospetta un weekend in ripida salita. Guenther Steiner ha raccontato quali siano le aspettative della squadra americana sul veloce tracciato del GP di Italia: l’obbiettivo massimo è l’accesso in Q2

Haas Monza
Credits: Haas

Il GP del Belgio ha rappresentato una prova estremamente difficile per la Haas, alle prese con prestazioni deludenti in qualunque sessione e condizione. In Italia, sul velocissimo tracciato di Monza, le cose non sembrano prospettarsi granché meglio: il deficit di potenza di cui soffrono tutti i motorizzati Ferrari si farà sentire non poco nei lunghi rettilinei brianzoli e Steiner questo lo sa bene. Il team principal della Haas non vuole illudersi e sostiene che “è inutile sognare di entrare in Q3”. L’obbiettivo massimo raggiungibile è soltanto il Q2. Haas Italia

Steiner: ” Bisogna rimanere motivati”

“La prima cosa da fare è rimanere motivati. Grazie a Dio nel team sono ancora decisi ad andare avanti. E’ qualcosa che ammiro molto dei ragazzi. I problemi che avevamo avuto venerdì? Non possiamo investigare la causa da soli, riguardavano la Power Unit e non abbiamo modo di indagare personalmente. Devo spingere i nostri fornitori (Ferrari, ndr.) a darci una soluzione. Perdere tempo venerdì non ci ha aiutato.”

“Realisticamente? Combatteremo per non essere eliminati in Q1”

“Realisticamente combatteremo per non essere eliminati in Q1. Queste sono le reali aspettative, ed è su questo che lavoreremo: andare in Q2. Devi avere un obbiettivo, ma è necessario che sia realistico. Non ha senso sognare di entrare in Q3. Se riusciamo a non essere eliminati dal Q1, specialmente in un tracciato come Monza, è ottimo. Combatteremo duramente, ma sappiamo di avere le mani piuttosto legate.”

  Grosjean: “Rimuoveremo via via downforce dalla macchina”

“Monza è un circuito molto atipico. Ci sono molti rettilinei, quindi la velocità massima e il drag sono la chiave per il set-up. Ma anche perché con queste alte velocità è necessario effettuare grandi frenate e si usano anche molto i cordoli. L’assetto è incentrato nel trovare confidenza con la macchina. Da venerdì a domenica, normalmente quello che fai è continuare a rimuovere downforce dalla macchina, continuando a spingere al limite.”

“Mi mancheranno i tifosi tutto i giorni”

“Monza sarà davvero strana senza i fan, specialmente nel paddock. Normalmente tutti i tifosi attendono i piloti nel parcheggio ed è complicato anche solo camminare nel paddock, ma in realtà è bellissimo essere parte di questo. In questa stagione mi mancano i fan sopratutto alla domenica in griglia. A Monza invece mancheranno ogni giorno.”

Seguici anche su Instagram

F1 | GP Italia – Anteprima Brembo: basso carico aerodinamico e staccate impegnative

 

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"