F1 | GP Italia – Magnussen: “Alonso pensa di essere Dio, non vedo l’ora che vada in pensione”

Dopo l’episodio in Q2, Kevin Magnussen non si è limitato a commentare la manovra di Fernando Alonso. Magnussen Alonso

GP Italia Magnussen Alonso
Foto F1.com – Edit: F1inGenerale

Alonso ha provato a passare Magnussen all’esterno della 1ª Variante nell’ultimo tentativo del Q2, ma entrambi i piloti si sono rovinati il giro a vicenda innescando un duello nella chicane.

Il due volte campione ha deriso il Magnussen nel team radio dopo l’episodio e ha rivolto delle critiche al pilota danese nelle interviste post qualifiche.

“Ci sono molte categorie di piloti e poi c’è la Haas… Noi lottavamo per il Q2 e ci siamo riusciti, loro hanno la terza migliore auto e non sono arrivati in Q3. Purtroppo è questa la situazione, io mi sono divertito”, ha concluso Alonso ai microfoni della TV spagnola.

Non è tardata la replica di Kevin Magnussen, che aveva paragonato le lamentele di Alonso a quelle di Neymar nei Mondiali di calcio 2018.

“Non mi interessa sapere perchè abbia fatto questa manovra, penso sia stata semplicemente stupida e inutile. Forse pensava di stare in scia e superarmi a fine rettilineo guadagnando decimi preziosi, ma non avevo intenzione di lasciarlo passare e buttare il mio tentativo.”

“Rideva anche al team radio… probabilmente pensa di essere un dio, ma a me non riguarda. Sinceramente non vedo l’ora che si allontani dalla Formula 1”, ha concluso il pilota danese.

La manovra dei due piloti è stata analizzata dai commissari dopo il Q3 e hanno preferito evitare penalità.


I team principal Haas e McLaren non hanno certamente apprezzato le manovre dei due piloti.

Gunther Steiner dopo le qualifiche ha dichiarato: “Sono subito andato a parlare con Zak (Brown), siamo amici e abbiamo chiarito la vicenda. Purtroppo abbiamo perso un’ottima opportunità di arrivare in Q3 per un atteggiamento stupido dei due piloti. Kevin (Magnussen) è stato molto veloce per tutto il weekend, a dire il vero anche più veloce di Grosjean, quindi era sicuramente possibile partire qualche fila più avanti.”

Zak Brown, team principal McLaren ha dichiarato: “Mi sembra chiaro che le qualifiche non sono fatte per gareggiare. Fernando era in un giro lanciato e non ho ben capito come siano finiti ruota a ruota alla prima curva.
Quello che è realmente successo lo sapranno solo soro. C’è da dire che spesso Kevin ha avuto dei battibecchi con altri piloti, ma queste sono le corse. Tutti lottano per delle posizioni e per questo cercano di non essere disturbati nel giro veloce. Probabilmente se Magnussen alzava un po’ il piede, entrambi avrebbero completato il giro. In ogni caso ormai è andata così, giusto il No Further Action dei commissari perchè entrambi si sono rovinati da soli le qualifiche.”

F1 | La prima Conferenza stampa di Camilleri: il rinnovo di Kimi e la F1 del futuro

mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.