F1 | GP Italia – Ricciardo: motore Renault Spec C e partenza dal fondo a Monza.

Continua in salita la vita da separato in casa Red Bull per Daniel Ricciardo. Dopo aver annunciato il passaggio al team Renault per il prossimo campionato, al pilota italo-australiano spetta l’arduo compito di tester dei progressi motoristici del team di Enstone; da condividere in seguito col compagno di box, Max Verstappen, in caso di riscontri positivi. Ricciardo penalità

Ricciardo penalità

La vittoria di Monaco e le lunghe riflessioni per decidere del suo futuro sembrano aver tolto tutta la brillantezza e lo smalto che un pilota come Daniel Ricciardo ha dimostrato di avere. Dopo aver ottenuto la “redenzione” sul circuito monegasco, il suo campionato è stato un susseguirsi di gare opache, ritiri per problemi meccanici e uno scontro diretto perso,;soprattutto in qualifica, con l’altro alfiere della Red Bull, Max Verstappen.

Se dopo il Gran Premio del Belgio, l’olandese può essere abbastanza soddisfatto per aver concluso terzo sul podio alle spalle del vincitore Vettel e di Hamilton; nonostante una gara in solitaria dopo i primi giri, è una gara completamente da dimenticare per Ricciardo. Dopo una qualifica opaca, che ha mostrato tutte le carenze di cui è vittima la sua monoposto,;in gara è rimasto involontariamente coinvolto nella carambola innescata alla prima curva da Nico Hulkenberg; danneggiando completamente la sua ala posteriore e, a suo seguito,;rovinando la gara di Kimi Raikkonen in un contatto con l’anteriore, con conseguente ritiro per entrambi.

Dal Belgio, la Formula 1 vola subito in Italia, sul tracciato di Monza o meglio conosciuto come Tempio della Velocità. Essendo una pista soprattutto di motore, la Red Bull parte con la convinzione di non poter lottare per la vittoria a causa delle potenti power unit di cui dispongono la Ferrari e la Mercedes. Situazione che non sarà assolutamente uguale quando il Circus si sposterà sul tracciato di Singapore,;circuito sul quale il team inglese conta di essere protagonista e mettere un po’ di pepe in questa elettrizzante lotta al titolo mondiale.

Dunque, per questo motivo sulla monoposto di Daniel Ricciardo verrà installato il motore Renault Specifica C. Poichè si tratta del quarto motore termico, il pilota subirà una penalizzazione in griglia di partenza e partirà dal fondo. Il motore verrà installato sulla monoposto a partire dalle prime prove del venerdì e,;in caso di riscontri positivi, verrà installato al sabato anche sulla monoposto di Max Verstappen,;il quale al contrario non subirà penalizzazioni in quanto dispone ancora del secondo motore termico.

Qualche dato sulla nuova specifica Renault

Il nuovo motore Renault dovrebbe sprigionare molta più potenza, soprattutto nel giro di qualifica, ma presenta un rischio in termini di affidabilità. Remi Taffin, direttore tecnico del team Renault,;ha affermato che, in base alla benzina usata, il guadagno stimato in un giro di qualifica su un circuito come Monza è di 0,3 secondi, un sostanziale passo in avanti.

Un rischio che il team ufficiale Renault non è pronto a prendersi essendo in piena lotta per il quarto posto nella classifica mondiale contro la Haas, che possiede il motore Ferrari. Quindi, è probabile che da qui alla fine della stagione,;la Specifica C potrebbe non essere mai montata sulle due monoposto ufficiali di Hulkenberg e Sainz.

Discorso simile per la McLaren: il team non installerà il motore aggiornato perchè richiederebbe una modifica al telaio, di conseguenza un costo che,;in un momento di crisi come quello sta attraversando, la squadra non è disposta a sostenere.

Mariangela Picillo

Cresciuta a pane, Ferrari e Schumacher. Da grande vorrei fare del motorsport la mia vita quotidiana.