F1 | GP Italia – Strategie per la gara: prevista solo una sosta, ma attenzione al degrado

Si prospetta una gara interessante a Monza, con molti piloti penalizzati e costretti alla rimonta in una pista molto veloce. Per il GP d’Italia quali sono le strategie previste da Pirelli? Vediamole insieme.

GP Italia Strategie Pirelli
Analizziamo le mescole del GP di Italia, quali sono le strategie di gara proposte da Pirelli? [Credits: Pirelli]
Dopo delle movimentate qualifiche e un’attesa lunga per determinare la griglia di partenza, il paddock è pronto ad affrontare la gara di Monza. Con numerosi piloti penalizzati tra i top team, ci si aspetta una gara piena di azione.

Per il GP d’Italia, Pirelli ha deciso di portare le gomme intermedie della sua gamma: C2 come hard, C3 come medie e C4 come soft. Vediamo quali sono i treni di gomme rimasti ai piloti dopo le prove libere e la qualifiche e quali sono le strategie ipotizzate da Pirelli.

Gomme a disposizione dei team

Gomme disponibili GP Italia
Le gomme a disposizione dei piloti per la gara [Credits: Pirelli]
Abbastanza varia la situazione gomme per le varie scuderie e piloti, ciò porta a ipotizzare una buona varietà di strategie.

Partiamo dalle gomme hard, di cui tutti i piloti hanno a disposizione un treno nuovo tranne le due AlphaTauri e le due Aston Martin, con uno usato.

Abbastanza stabile la situazione sulle gomme medie: tutti i piloti ne hanno a disposizione almeno un treno nuovo. Alcuni (Tsunoda, Latifi, le due Alfa Romeo e le due Haas) ne hanno 2 nuovi e le due Aston Martin hanno a disposizione un set nuovo e uno usato.

Molto diversa tra i vari piloti la quantità rimasta di gomme soft. La maggior parte dei piloti ne ha comunque almeno un treno nuovo a disposzione, con l’eccezione delle McLaren, Ocon e Gasly che ne hanno solo set usati.

Strategie per la gara GP Italia Strategie Gara

Strategie di gara GP Italia
Le possibili strategie del GP d’Italia [Credits: Pirelli]
Tre le possibili strategie proposte da Pirelli, tutte caratterizzate da una sola sosta ai box.

Partenza prevista su gomme soft, per avere uno spunto migliore o su gomme gialle per allungare il primo stint. Sarà interessante vedere se qualche pilota proverà a partire con le gomme più dure per scombinare le carte in tavola.

Dopo la prima sosta, per chi è partito con le soft sono possibili due opzioni: montare le gomme dure oppure le medie, in base al degrado mostrato nella prima parte di gara. Pirelli considera la strategia con la dura più prudente.

Per chi è partito con le gomme medie, la strategia più probabile è quella di montare delle gomme dure. Non è da escludere però la possibilità di montare delle soft allungando parecchio il primo stint.

Alcuni episodi potrebbero influenzare molto le strategie, con i team che dovranno essere reattivi all’ingresso di eventuali safety car o virtual safety car, che sono state decisive nel GP Olandese della scorsa settimana.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter