F1 | GP Messico – Alonso: “Cose del genere capitano una volta su un milione”. Vandoorne: “Contento della P8”.

Per la McLaren un weekend a due facce: Vandoorne a punti da un lato, ritiro per Alonso, peraltro in strane circostanze, dall’altro. Con il sesto il ritiro stagionale, Alonso ha anche perso la possibilità di superare lo storico record di giri in Formula 1 attualmente detenuto da Michael Schumacher. alonso vandoorne messico

Foto: Mclaren.com

In casa McLaren possono essere soddisfatti solo a metà. Dopo un periodo negativo per il team inglese, Stoffel Vandoorne è riuscito a piazzare la sua MCL33 all’ottavo posto, portando quattro preziosi punti alla squadra che da parte sua non arrivavano dal lontano GP di Baku.

Tuttavia, visto il passo tenuto dal pilota belga, il bottino di punteggio sarebbe potuto essere ancora maggiore senza il ritiro di Alonso: a causa di una carambola alla partenza, lo spagnolo ha raccolto alcuni detriti della macchina di Esteban Ocon che hanno reso difficoltosa la guida della McLaren.

 

Sembrerebbe però che il ritiro non debba imputarsi ai flap della Force India: secondo quanto dichiarato dal team, ci sarebbe stato un ulteriore problema, legato alla pressione dell’acqua, che avrebbe costretto Alonso al sesto ritiro stagionale, il secondo consecutivo.


Alonso: “Cose del genere capitano una volta su un milione”

Intervistato dopo il ritiro, Alonso ha descritto l’improbabile situazione verificatasi dopo il contatto con Ocon:

Non ho sentito nulla di strano in realtà, ma a quanto pare alcuni detriti della macchina di Ocon hanno colpito la nostra auto nel punto peggiore e probabilmente hanno contribuito al mio ritiro. Cose del genere capitano una volta su un milione. Non sono felice, volevo concludere la gara, ma tra un paio d’ore avrò solo bei ricordi di questa domenica. E’ stato tutto molto emozionante, con tanto supporto dai fans messicani.

Brasile ed Abu Dhabi rappresentano gli ultimi Gran Premi in F1 per Fernando Alonso (salvo un ritorno nel 2020). Lo spagnolo chiama la fortuna dalla sua parte per questi ultimi appuntamenti:

Sono stato sfortunato oggi, e finchè non sono errori propri è facile superare situazioni di questo tipo. Speriamo nelle due prossime gare di avere un po’ più di fortuna e arrivare alla bandiera a scacchi “.

Alla vigilia del GP, ad Alonso mancavano soltanto 173 giri per superare il record di Schumacher. Tuttavia a causa del ritiro prematuro Alonso ha perso l’opportunità, in quanto i giri disponibili in questo mondiale non bastano ad eguagliare il record del pilota tedesco.

Foto: McLaren

Vandoorne: “Abbiamo lavorato duramente”

L’altro lato del box invece può essere soddisfatto: Vandoorne dopo ben quattordici gare di digiuno dai punti, è finalmente riuscito a tornare in top ten piazzando la sua MCL33 in ottava posizione ed eguagliando così il suo miglior risultato stagionale ottenuto in Bahrein.

Oggi sono molto soddisfatto. Abbiamo lavorato duramente per preparare questo weekend anche in termini di strategia, sapevamo che qua era possibile segnare punti. Sono molto contento di aver concluso in P8. Era importante per il campionato costruttori, ora possiamo goderci le ultime due gare.”

Vandoorne continua descrivendo la propria gara:

Inizialmente non sembravamo super competitivi e le qualifiche non erano andate granchè, ma contavamo sul miglioramento che abbiamo ogni volta in gara. Sono contento di averlo visto oggi, è stato un grande GP. Dopo il primo giro eravamo ultimi e avevamo molto da recuperare ma siamo riusciti in una grande rimonta. Ho portato a termine alcuni importanti sorpassi in pista e alla fine ho gestito le gomme per finire in ottava posizione, è un grande risultato.”

foto: Mclaren

F1 | Vettel: “Non ho perso il mondiale ad Hockenheim o Monza”

alonso vandoorne messico alonso vandoorne messico alonso vandoorne messico alonso vandoorne messico

 

 

F1 | GP Messico – Alonso: “Cose del genere capitano una volta su un milione”. Vandoorne: “Contento della P8”.
Lascia un voto

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"