F1 | GP Messico – Analisi microsettori: dominio motorizzati Mercedes in alta quota

I 2000 metri sul livello del mare del tracciato hanno portato team e motoristi ad adottare soluzioni specifiche per questo tracciato: chi sarà stato il più veloce? Vediamo insieme l’analisi dei microsettori del GP del Messico.

Analisi microsettori Messico
Analisi microsettori – GP Messico

Facciamo l’analisi dei microsettori del GP del Messico. La Mercedes con Valtteri Bottas ha preso la pole position sul circuito di Città del Messico, come saranno andati gli altri team?

L’autodromo Hermanos Rodriguez è diviso in 21 microsettori, la Mercedes è la più veloce in 10 di essi. Dietro il team campione in carica troviamo Red Bull e McLaren con 5 microsettori a testa, chiude la classifica la Ferrari con solo 1 microsettore. I team motorizzati Mercedes detengono ben 15 dei 21 microsettori presenti sul circuito, il motore tedesco garantisce una maggiore potenza in alta quota.

Su questo circuito abbiamo ben 3 piloti con 5 microsettori a testa, il campione del mondo in carica Lewis Hamilton, il suo compagno Valtteri Bottas e il pilota McLaren Daniel Ricciardo. Notiamo subito come la McLaren sia la vettura con il minor carico aerodinamico, i 5 microsettori che si trovano sul rettilineo principale sono tutti del pilota australiano. Le ali scariche della vettura inglese, associate al potente motore tedesco garantiscono i migliori tempi in quel tratto di pista. La Mercedes risulta essere la più veloce nei tratti caratterizzati da brevi ripartenze in uscita dalle curve medio lente.

La Red Bull ha adottato una maggior carico aerodinamico sulla sua vettura. Questa caratteristica la si può dedurre dal fatto che le vetture austriache sono le più veloci nei tratti guidati della pista. Max Verstappen è il più veloce nei microsettori che comprendono le curve 7, 8 e 9. Il suo compagno di squadra è il più veloce in curva 1 e nel tratto finale della pista. La Ferrari con Charles Leclerc ha ottenuto solo un microsettore. Chi conquisterà la vittoria in terra Messicana?

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Messico – Analisi velocità qualifiche: Ferrari con poca velocità sul tracciato di Città del Messico

Federico Martello

Vehicle Engineer student, Euroracing (Indy autonomous challenge) vehicle dynamics team member