F1 | GP Messico – Griglia di partenza, possibili strategie e passo gara

Daniel Ricciardo conquista la 3ª pole position in carriera su HyperSoft e fa registrare il nuovo record della pista di Città del Messico. Strategie GP Messico griglia di partenza

Strategie GP Messico griglia di partenza
Foto Pirelli

Dopo gli ottimi tempi delle libere, la Red Bull ha replicato la prestazione delle qualifiche ottenendo una prima fila con entrambe le monoposto che mancava dal 2013.
In gara teoricamente il doppio pit stop è il più rapido ma chi riuscirà a gestire al meglio le gomme potrà fermarsi una sola volta.

La Pirelli ha simulato e determinato le migliori strategie per la diciannovesima gara della stagione.

Strategia più veloce:
  • 2 Pit Stop: 1 stint con UltraSoft (9 giri) + 1 stint su SuperSoft (31 giri) + 1 stint su SuperSoft (fino al traguardo, 31 giri)
Seconda strategia più veloce:
  • 2 Pit Stop: 1 stint con HyperSoft (5 giri) + 1 stint su SuperSoft (33 giri) + 1 stint su SuperSoft (fino al traguardo, 33 giri)
Terza strategia più veloce (con un’ottima gestione delle gomme):
  • 1 Pit Stop: 1 stint con UltraSoft (15-18 giri) + 1 stint su SuperSoft (fino al traguardo, 56-53 giri)

Mescole dei primi 10 e griglia di partenza
Griglia di partenza F1 GP Messico 2018 starting grid
GP Messico Griglia di partenza 2018 – Foto: FIA
Maggior numero di giri con una stessa mescola

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da F1inGenerale (@f1ingenerale) in data:


Mario Isola, Responsabile Pirelli Motorsport:

“Con l’umidità vista nella mattinata di ieri, il circuito è stato completamente lavato dalla gomma depositatasi nelle FP1 e FP2. L’elemento strategico chiave è stata la scelta delle gomme nel Q2, usate dai piloti per qualificarsi nell’ultima fase di qualifica e che verranno montate per la partenza. Senza alcun reale vantaggio nel partire con le HyperSoft visti i livelli di degrado, i primi sei piloti si sono qualificati con le UltraSoft.

Diverse strategie sono disponibili per la gara, quella a due pit stop sembra la più veloce ma anche quella ad una sosta potrebbe essere vincente con un’accurata gestione delle mescole più morbide. Altra variabile saranno le condizioni meteo che obbligheranno gli ingegneri ad una maggiore flessibilità e reattività nei piani strategici”.

Foto e dati: Pirelli


F1 | GP Messico – Bottas: “Devo dire grazie ai nostri meccanici”

Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi.

F1 | GP Messico – Griglia di partenza, possibili strategie e passo gara
Lascia un voto
mm

Marco Talluto

Ingegnere Gestionale appassionato di Formula 1. Social Media Manager dal 2009 con la voglia di trasmettere la mia passione per il motorsport.