F1 | GP Messico – Hamilton punge Perez: “Quando è vicino significa che la macchina è veloce”

Secondo al traguardo, Hamilton ha dovuto resistere agli assedi di Perez: il commento pungente dell’inglese nel post-gara in Messico.

hamilton perez messico
Fonte: @unknown

A Città del Messico la partenza non ha favorito Lewis Hamilton, sfilato alla prima staccata dal rivale Max Verstappen. Nonostante gli sforzi, al britannico non sono serviti molti giri per capire che per riprendere l’olandese sarebbe servito qualcosa di simile ad un miracolo. Il pilota di punta di Mercedes, dopo un primo stint al vano inseguimento della prima Red Bull, ha trascorso la seconda parte di gara e gli ultimi giri a difendersi dagli assedi dell’idolo di casa Sergio Perez. hamilton perez messico


Leggi anche: F1 | GP Messico – Mercedes, Wolff: “Bottas errore inaccettabile, vedo il titolo sfumare poco a poco”


Nel post-gara del GP del Messico ecco che arriva il commento sibillino di Lewis Hamilton nei confronti di Checo Perez. Il #44 del team di Brackley ha così affermato a Sky UK: “Il loro ritmo era semplicemente incredibile oggi. Non potevo far nulla per batterli”. Poi la frase tanto discussa: “Quando hai Checo vicino significa che la macchina è veloce”.

Il commento dopo la bandiera a scacchi di Città del Messico suona piuttosto pungente nei confronti del collega della Red Bull. Alla fine della corsa il messicano non è riuscito a porre il proprio musetto davanti a quello della Mercedes del campione in carica, che è riuscito a limitare i danni, pur perdendo il contatto con Max nella corsa all’iride.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.