F1 | GP Messico, prove libere – Haas: “Problemi con le gomme, la strategia di gara non è chiara”

Il team Haas prosegue anche in Messico il trend negativo che ha caratterizzato questa sua stagione. Sul circuito di Città del Messico, la squadra americana avverte maggiormente la mancanza di carico della sua monoposto a causa dell’altitudine del tracciato, con i conseguenti problemi di utilizzo degli pneumatici. Tuttavia, nonostante le difficoltà, i due piloti non perdono il loro spirito combattivo per ottenere il meglio possibile al termine del gran premio messicano. prove libere gp messico haas

prove libere gp messico haas
Foto Haas F1 Team

Il team Haas purtroppo prosegue anche in Messico il trend negativo che ha caratterizzato questa suo campionato 2019. Sul circuito di Città del Messico, la squadra americana avverte maggiormente la mancanza di carico aerodinamico della sua monoposto a causa dell’altitudine del tracciato, con i conseguenti problemi di utilizzo degli pneumatici. prove libere gp messico haas

Entrambe le sessioni di prove libere hanno relegato i due piloti, Romain Grosjean e Kevin Magnussen, nella zona bassa della classifica. Tuttavia, le condizioni difficili di cui hanno sofferto sono state le stesse per tutti per cui le vetture a centrogruppo continuano ad essere ravvicinate: basta un nulla per sopravanzare sugli altri.

Nonostante le difficoltà, i due piloti non perdono il loro spirito combattivo e, con uno sguardo rivolto maggiormente alla strategia di gara, l’obiettivo sarà quello di ottenere il meglio possibile al termine del gran premio messicano.

Romain Grosjean prove libere gp messico haas

Non è stata una giornata facile, ma sappiamo sempre che il Messico è una pista impegnativa, l’alta quota rende tutto più al limite. Abbiamo lavorato il più duramente possibile, ma credo che stiamo affrontando gli stessi problemi di tutti gli altri nel tentativo di mantenere in vita le gomme.”

“È stato molto difficile. Eravamo pronti per un weekend complicato, non ci arrendiamo, proveremo tutto ciò che possiamo fino alla bandiera a scacchi.”

Kevin Magnussen

È una pista unica con il basso carico aerodinamico e l’aria sottile. Le nostre gomme non hanno funzionato ed è stato freddo. È piuttosto difficile, ma è difficile per tutti. Oggi non siamo stati veloci ma il centrogruppo è molto stretto. Non ci vorrebbe molto per riportarci da qualche parte nel mezzo.”

Questa volta c’è più enfasi sulla gara perché è molto usurante per le gomme. Ci sono più cose strategiche da guardare, non è già chiara se sarà ad una sola sosta. Sarà interessante e guarderemo un po’ di più verso quello.”

Guenther Steiner, team principal

Direi che non è stato un venerdì molto spettacolare per noi. Al mattino, con la pista bagnata all’inizio, ci è voluto un po’ di tempo per arrivare alla condizione in cui potevamo imparare qualcosa.”

Sappiamo sempre che il Messico non è il nostro punto di forza a causa della deportanza che ci manca, lo senti qui più che altrove a causa dell’altitudine. Non è stato poi così male e continueremo a lavorare cercando di ottenere il meglio dal fine settimana.”

Seguici su Instagram!

F1 | Haas vuole Kubica come driver del simulatore


mm

Mariangela Picillo

Studentessa di ingegneria meccanica. Da grande vorrei fare del motorsport la mia vita quotidiana.