F1 | GP Messico, Red Bull: “Sarà una lotta a sei per la pole”

Quello del Gran Premio del Messico è sicuramente un venerdì positivo per Red Bull. Il team austriaco ha dimostrato grande competitività nelle particolari condizioni dell’Autodromo Hermanos Rodriguez, portando a casa un 1-2 in entrambe le sessioni. La pista, situata a quasi 2300 m di altitudine, favorisce le macchine che riescano a generare un carico aerodinamico tale da compensare la rarefazione dell’aria. I divari fra le squadre normalmente causati dalla diversa potenza del motore sono meno evidenti, e possono regalarci una gara avvincente. GP Messico

Le parole di Max Verstappen

GP Messico
Red Bull Content Pool

Il fenomeno olandese sembra avere tutta l’intenzione di difendere il suo titolo di ultimo vincitore su questa pista. Max fa segnare tempi da urlo in entrambe le sessioni, 1:16.656 nelle Libere 1 e 1:16.720 nelle Libere 2. A una decina di minuti dalla fine dell’ultima sessione la sua macchina viene complita da uno shut down apparentemente identico a quello che ha coinvolto il compagno di squadra ad Austin. GP Messico

Oggi è andata meglio del previsto, anche per Daniel. La macchina in questo circuito va molto bene, con una buona aderenza e un carico aerodinamico adeguato, si capiva già da Monaco. Con una buona aderenza il gap dalle altre vetture aumenta, perché la pista è molto scivolosa. Se il Giappone è stato uno dei miei peggiori venerdì, questo è sicuramente uno dei migliori, siamo più competitivi del 2017. Penso che il piccolo problema a fine sessione sia di natura idraulica, ma ancora non abbiamo potuto controllare. [Le vetture sono in regime di parc fermé anche qualche ora dopo ogni sessione, ndr]. Non siamo comunque eccessivamente preoccupati, dovrebbe essere una riparazione veloce.

Le parole di Daniel Ricciardo

GP Messico
Red Bull Content Pool

Finalmente una sessione positiva anche per l’Australiano, molto vicino al compagno di squadra e protagonista di un test senza grossi intoppi. Ricciardo fa segnare un 1:17:139 nella prima sessione e si migliora nella seconda, con un 1:16.873.

“La macchina va alla grande nelle prove a basso carico di carburante, il che dovrebbe aiutarci in qualifica. Però non voglio essere ingenuo, credo sia ovvio che Mercedes e Ferrari faranno faville domani. Se le cose stanno come sono, penso che ci potrà essere una lotta a sei per la pole, il che sarà divertente per tutti. Domani lavorerò di più sul passo gara ad alto carico di carburante. Con l’altitudine si risente meno della differenza di potenza, quindi sulla carta possiamo ben sperare. In qualifica sarà fondamentale fare un giro pulito, perché su una pista così scivolosa si fanno tanti piccoli errori. Il fatto che la Hypersoft faccia così tanto graining non mi dispiace, magari potremmo avere una strategia a due soste in gara.”

La giornata di oggi vedrà le scuderie impegnate nelle simulazioni di qualifica e passo gara delle Prove Libere 3 e in quella che sembra una delle qualifiche più tese della stagione. Ricordiamo che Lewis Hamilton può chiudere in serenità la pratica mondiale già domani, essendogli sufficiente arrivare settimo.

F1 | GP Messico – Vettel e Raikkonen in coro: “Mancano aderenza e carico aerodinamico”

F1 | GP Messico, Red Bull: “Sarà una lotta a sei per la pole”
Lascia un voto
mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, appassionata di motori sin da bambina. Studio Giurisprudenza e nel tempo libero commento e analizzo la Formula 1 sul blog Instagram @theracingchick.