F1 | GP Messico – Risultati FP1: Mercedes comanda, Max si nasconde? Perez e Leclerc cominciano a muro

Il Circus approda a Città del Messico per il quintultimo appuntamento iridato: segui insieme a noi la cronaca delle FP1 del GP del Messico.

 

La cronaca live delle FP1 del GP del Messico inizierà alle 18.25

L’articolo si aggiorna automaticamente

Ore19.30 – Bandiera a scacchi: ecco la classifica al termine della sessione.

Ore19.29 – 1:22.3 per Carlos Sainz su passo gara con gomma hard: è un ottimo tempo per la rossa, che pone la Ferrari ampiamente davanti ai diretti rivali.

Ore19.28 – Controsterzo mozzafiato per Leclerc, proprio laddove era andato a muro a inizio sessione.

Ore19.27 – Dalle tribune immagini dei piloti in salsa mex.

Ore19.24 – Con pneumatico a banda rossa, Sergio Perez si porta in P4 a 269 millesimi dal leader Bottas.

Ore19.22 – Fase di test di passo gara per molti: ai box solo Hamilton e Mazepin.

Ore19.19 – Classifica a dieci minuti dalla bandiera a scacchi.

Ore19.17 – Hamilton si migliora e sale, con un t3 record, in seconda piazza a 76 millesimi dal compagno. Nel frattempo Leclerc si mette sulle orme di Sainz: i due sono P6 e P7.

Ore19.16 – Prova a fare un giro Leclerc, ma deve abortire per l’ennesima volta: il #16 si lamenta di Stroll in radio.

Ore19.12 – Riga di fucsia per Bottas: il #77 si prende la leadership in 1:18.341. 123 i millesimi di vantaggio sulla Red Bull di Verstappen.

 

Ore19.11 – Gomme nuove di zecca per Charles Leclerc che si appresta – di fatto – ad iniziare le sue FP1. Il monegasco esce dai box.

Ore19.10 – Sergio Perez in pista.

Ore19.08 – Gasly sale in quarta piazza, mentre vengono montate le gomme sulla vettura di Leclerc.

Ore19.07 – Max Verstappen, per la prima volta con il compound più morbido, sale in testa con 0.370 su Bottas: 1:18.464 per la Red Bull.

Ore19.06 – Hamilton sale in P2 dietro al compagno di 142 millesimi.

Ore19.04 – Giro veloce e prima piazza per Valtteri Bottas su mescola soft: 1:18.834 per lui. Distacco di 636 millesimi sulla Ferrari di Carlos Sainz. Torna in pista Verstappen con gomma soft.

Ore19.03 – Classifica dopo mezz’ora.

Ore19.01 – Di nuovo il casco indosso, si avvicina il ritorno in pista di Perez.

Ore18.59 – Fase di tranquillità sul tracciato. Intanto arriva la comunicazione: Stroll e Tsunoda scatteranno dal fondo della griglia causa sostituzione motore.

Ore18.57 – La monoposto smontata del padrone di casa.

Ore18.54 – Hamilton su soft si migliora in 1:19.781. Anche Verstappen abbassa il tempo su gomma hard a 45 millesimi dal rivale. Terzo Tsunoda a due decimi.

Ore18.52 – Meccanici al lavoro nei box Ferrari e Red Bull per rimettere in sesto il retrotreno di Leclerc e Perez.

Ore18.49 – Hamilton e Verstappen: il britannico sale in P1 con gomma soft in 1:20.085. Il rivale olandese, su hard, a 0.129.

Ore18.48 – Bloccaggio per Hamilton che esce nell’erba.

Ore18.46 – Sale in cima alla graduatoria Pierre Gasly in 1:20.316, dietro Bottas e Verstappen (Max su hard). Torna in pista Hamilton.

Ore18.43 – Riprende la sessione mentre alcuni optano per rimanere in garage, ecco la momentanea e relativa situazione dei tempi.

Ore18.41 – Si gira Leclerc all’ultima curva: il ferrarista tocca il muro e danneggia l’ala posteriore causando bandiera gialla. Lo imita poco dopo Sergio Perez. Simile crash per il messicano, Virtual Safety Car.

Ore18.39 – Piccolo lungo nella zona dello stadio per Charles Leclerc. Nessun problema per il monegasco che si porta poi in P5. Hamilton intanto rientra ai box, pista molto sporca.

Ore18.37 – Si migliorano Bottas, in 1:20.459, e Perez che sale in P2 a 8 decimi.

Ore18.35 – Primi tempi dei due Mercedes, Bottas davanti a Hamilton di due decimi: 1:21.327 per il finlandese. Poi Norris, Ricciardo e Perez, ma è ancora l’inizio.

Ore18.33 – Anche l’idolo di casa Perez in pista. Leclerc ravvisa pista sporca in radio: “C’è davvero tanta polvere sull’asfalto”.

Ore18.32 – Scendono in pista progressivamente tutti i piloti.

Ore18.30 – Semaforo verde in pit-lane, iniziano i 60 minuti di prove libere.

Ore18.25 – Buonasera e benvenuti nella cronaca diretta delle prime prove libere del Gran Premio del Messico. Nella capitale messicana i gradi dell’aria si aggirano intorno ai 17, asfalto a 37°C.


Il Circus, dopo la pausa di due settimane successiva alla tappa in Texas, approda poco più a sud, nel vicino Messico, per il quintultimo appuntamento stagionale. L’appuntamento della capitale messicana torna in calendario dopo il forfait dell’annata passata, preparandosi ad abbracciare il padrone di casa Sergio Perez, in lizza per la vittoria del gran premio.

Red Bull parte probabilmente favorita rispetto ai rivali mondiali di Mercedes. Nonostante ciò, solo la pista può decretare il vincitore e, per scoprire i valori in campo, prepariamoci ad assistere alle prime prove libere di Città del Messico. Le FP1 del GP del Messico scatteranno alle ore 18.30: l’appuntamento con la cronaca live dell’evento è fissato per le 18.25.


Leggi anche: F1 | GP Messico – Assetti carichi in altura


Le parole di Mario Isola, Responsabile F1 e Car Racing per Pirelli, fornitore degli pneumatici.

L’altitudine elevata in modo particolare, ma anche la conformazione stessa del circuito, generano sempre una serie di sorprese e di sfide interessanti in Messico, quindi spesso la gara è imprevedibile e ci sono diverse opzioni a livello di strategia. L’ultima volta che abbiamo corso qui, medium e hard sono stati i pneumatici su cui i team hanno puntato di più durante la gara e, in base al livello di graining e di scivolamento che potrebbero verificarsi con la soft, quest’anno potrebbe succedere la stessa cosa”.

“Perciò, comprendere il gap prestazionale tra soft e medium sarà fondamentale per le qualifiche. L’Hermanos Rodríguez è un circuito storico ed emozionante, quindi siamo felici di tornare dopo due anni. La gara si svolgerà all’incirca nello stesso periodo dell’anno di;due stagioni fa e, da allora, non è stata effettuata nessuna modifica significativa della pista, eccetto una parziale riasfaltatura; prima della curva 1 per livellare una disconnessione. Tuttavia, le monoposto sono cambiate molto nel frattempo, quindi è difficile dire se i dati ricavati nel 2019 siano ancora attuali”. gp messico live fp1

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.