F1 | GP Messico – Sintesi gara: vince un fantastico Max Verstappen. Dietro di lui Hamilton e Perez.

Gara pazzesca di Verstappen che vince il GP del Messico. Hamilton e Perez subito dietro. Bottas si gira in curva uno.

Foto: twitter f1

La pista del GP del Messico vede temperature molto alte, di conseguenza i piloti dovranno saper gestire bene le gomme. In pole position Valtteri Bottas e subito affianco a lui Hamilton. Le due Red Bull in seconda fila pronti ad attaccarli dall’inizio. Le due Ferrari partiranno dalla P6 e dalla P8.

Partenza e primi 10 giri

Si spengono i semafori, Hamilton parte benissimo, Verstappen prende tutta la scia di Bottas e si piazza in prima posizione. Bottas si gira alla prima curva in seguito a un contatto con Ricciardo. Tsunoda e Schumacher si ritirano subito in seguito a un contatto. Leclerc sale fino la quinta, Giovinazzi sesto. Gasly si è preso la quarta posizione. Bottas rientra ai box e monta la gomma dura. Safety car in pista. Quinto giro e si riparte. Verstappen ha avuto un’ottimo slancio ed è già a +1,4 da Hamilton. Max segna il giro veloce. Hamilton arrabbiato col suo compagno di squadra che non ha saputo mantenere la posizione. Sainz prende la posizione su Giovinazzi e sale in sesta. Kimi prende la nona su Russell. Anche Alonso sorpassa Russell ed entra in zona punti.

Foto: twitter f1

G 11-35

Mazepin fa vedere i muscoli a Ocon ma alla curva dopo il francese lo ripassa subito. Stroll entra ai box e monta la gomma bianca. Hamilton comunica che le sue gomme stanno incominciando a perdere prestazioni. Perez affonda il pedale e sta recuperando su Lewis e scende sotto i due secondi di distacco. Giovinazzi entra ai box per montare la gomma bianca e rientra in  P13 dietro a Bottas. Verstappen continua a segnare il giro veloce. Ora il distacco tra Max e Lewis e di +7,6 secondi. Bottas in battaglia con Ricciardo per l’undicesima posizione. Fuori i meccanici Mercedes, Hamilton rientra e monta la bianca, rientra in quinta posizione dietro Leclerc. Il monegasco entra ai pit e monta le gomme dure rientrando in P9 dietro Alonso. Hamilton segna il giro veloce e guadagna due secondi su Verstappen. Charles guadagna la posizione su Alonso. Rientra Verstappen, monta le dure e rientra dietro a Perez che si è preso la prima posizione provvisoria.


Leggi anche:F1 | GP Messico – Risultati Gara: Verstappen domina, Hamilton regge su Perez


G 36-61

Perez, con la gomma gialla con cui è partito, sta segnando tempi ottimi e comunica al team che le sue gomme stanno migliorando. Il messicano entra ai pit. Esce dietro Ham e inizia a dargli la caccia. Pit stop lentissimo per Bottas e rientra in P15 alle spalle di Russell. Sainz monta le gomme dure al quarantatreesimo giro. Ora il distacco tra Max e Lewis e di +12 secondi. Perez sta guadagnando su Ham e si trova a +6,8 dall’inglese. Perez segna il giro veloce e guadagna quasi un secondo su Lewis. Verstappen strappa il giro veloce al compagno di squadra. Le dure Red Bull in questa fase del Gran Premio stanno volando. Bottas ancora in lotta con Ricciardo per la dodicesima posizione. Leclerc sta perdendo tanto per colpa dell’usura delle gomme. Perez scende a +3,1 da Hamilton. Stroll fa un bellissimo sorpasso su Russell e sale in quindicesima. Leclerc fa passare Sainz. Hamilton si lamenta delle gomme e comunica che ke gomme sono quasi finite e Perez è a +1,1.

Foto: twitter F1

Ultimi 10 giri

Perez ha il DRS sul rettilineo principale. Lewis e Perez doppiano Norris. Checo apre l’ala posteriore ma non riesce a sorpassare Hamilton. Bottas entra di nuovo ai pit e monta la rossa forse per togliere il punto del giro veloce a Max Verstappen. Perez perde su Hamilton e sale a +2,1. Fanno rientrare Bottas per montagli un’altra gomma rossa nuova nella speranza di fare il giro veloce. Perez si trova dietro a Hamilton e si fa vedere dall’inglese prova fino all’ultimo ma non riesce a sorpassarlo.

Bandiera a scacchi

Verstappen vince con forza il GP del Messico. Secondo Hamilton e terzo Perez che non si è arreso fino all’ultimo. Gasly finisce in quarta.  Le due Ferrari si piazzano in P5-P6.

Foto: twitter F1

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Erik Jozsef Vaccari

Classe ’99. Appassionato di Formula 1 dal 2016. Studio economia del turismo a Rimini. Futuro giornalista? Futuro imprenditore alberghiero? Non so vedremo. Ora testa bassa e si lavora duro.