F1 | GP Miami – Dopo l’incidente di Imola, nuovo fondo per entrambe le Alpine

Alpine ha confermato che il nuovo fondo portato a Imola ha dato i risultati attesi e sarà dunque utilizzato su entrambe le vetture in occasione del GP di Miami di questo fine settimana.

 

GP Miami Alpine

L’Alpine fa centro con le migliorie apportate al fondo della vettura di Alonso, che sarà quindi utilizzato ora anche sulla monoposto di Ocon in occasione dell’ormai prossimo GP di Miami. Il team principal Otmar Szafnauer ha infatti confermato che il nuovo fondo testato ad Imola sulla vettura di Fernando Alonso ha dato i risultati sperati. Il piano, dunque, è ora di utilizzarlo per entrambe le vetture sul nuovissimo circuito cittadino di Miami.

“Gli aggiornamenti che abbiamo portato all’A522 hanno funzionato come previsto a Imola, il che è un ottimo segno. Questo, infatti, vuol dire che il duro lavoro dietro le quinte ripaga, soprattutto quando si tratta di sviluppare e testare questi aggiornamenti aerodinamici. Ora quindi, il fondo e le specifiche che abbiamo inserito sull’auto di Alonso saranno utilizzate su entrambe le vetture questo fine settimana”, ha detto Szafnauer.

Szafnauer ha spiegato come in Alpine siano stati in grado di recuperare il fondo di Alonso, contro il quale Mick Schumacher ha impattato a Imola, e di ripararlo.

Leggi Anche:

F1 | GP Miami – Mercedes con un’ala posteriore a basso carico

“Sebbene il pavimento di Fernando abbia subito danni significativi in ​​gara a causa dell’incidente con Mick al primo giro, siamo stati in grado di recuperare la parte ed effettuare le riparazioni necessarie. È fantastico che entrambe le vetture siano ora aggiornate e che soddisfino le nostre aspettative. C’è altro in arrivo nelle prossime gare, in questa fase di sviluppo importante e intensa”, ha detto.

Il focus principale dell’Alpine rimane il miglioramento del proprio passa gara, su cui lavorerà intensamente durante il weekend del GP di Miami.

“Come abbiamo visto in queste prime quattro gare, il nostro ritmo in qualifica, con poco consumo di carburante, sembra molto competitivo. Detto questo, i punti importanti vengono assegnati la domenica, quindi quando ci qualificheremo bene, dovremo essere bravi a sfruttare queste promettenti posizioni di partenza. Il team ha lavorato duramente per identificare queste aree e sta lavorando a diverse impostazioni per migliorare il nostro passo gara e gestire le gomme in modo più performante”.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Desirée Palombelli

Classe 1999, aspirante giornalista. Studio Relazioni Internazionali a Roma e scrivo di Formula 1.