F1 | GP Miami – Il caldo frena le Red Bull. Allarme affidabilità?

Venerdì da dimenticare in casa Red Bull a seguito delle numerose noie tecniche avute da entrambe le monoposto. In particolare sembra che il caldo e le alte temperature presenti sul circuito americano possano creare problemi di affidabilità sulla RB18.

Allarme affidabilità Red Bull , problemi, caldo, Miami, temperature

Le alte temperature sono un problema per la RB18?

L’inizio di weekend sul nuovo circuito di Miami ha mostrato una Red Bull in grande difficoltà fin dalla prima sessione di libere. Sia sulla monoposto di Perez che su quella di Verstappen, il team ha riscontrato anomalie a livello di temperature che hanno limitato l’attivista in pista dei due tori ed hanno portato alla sostituzione del cambio sulla monoposto del campione del mondo. Il clima della Florida di certo non ha aiutato la scuderia di Milton Keynes, con l’asfalto che ha superato i 40°C in entrambe le sessioni. Queste condizioni provocano un maggiore stress per tutte le componenti della monoposto e dunque è richiesta un’attenzione più importante sul cooling vettura. I team infatti posso agire in diverse zone della monoposto per inserire sfoghi più grandi per l’aria calda e cercare di evitare surriscaldamenti. Salta però all’occhio come Red Bull sia il team che sembra soffrire di più queste condizioni. Il disegno estremo delle pance e di altre zone della vettura potrebbe limitare il flusso d’aria a disposizione per il raffreddamento e dunque causare problemi alla RB18.


Leggi ancheF1 | GP Miami – Analisi tecnica: Come funziona la nuova ala anteriore della Mercedes?


Dall’idraulica all’impianto frenante

Nelle FP2 a fare le spese dei problemi Red Bull è stato Max Verstappen che riuscito a percorrere solo pochi giri. Al ritorno in pista dopo la bandiera rossa, il pilota olandese ha riscontato la perdita del power steering, il sistema idraulico che aiuta il pilota a far girare la macchina. I problemi idraulici hanno poi causato un malfunzionamento del Brake-By-Wire ovvero il sistema elettro-idraulico che gestisce la frenata all’asse posteriore. Infatti, il guasto di questo componente ha limitato molto la potenza frenante sulla monoposto numero 1, obbligando Verstappen ha percorrere il giro in modo molto lento. La bassa velocità ha causato un ulteriore aumento di temperatura nella monoposto, culminato con un principio di incendio nel cestello posteriore destro.

Allarme affidabilità Red Bull , problemi, caldo, Miami, temperature
Principio di incendio sulla Red Bull di Verstappen

Torna l’allarme affidabilità per Red Bull?

Il weekend di Imola aveva cancellato i problemi avuti da Red Bull nelle prime gare ma questa prima giornata del GP di Miami torna a gettare ombre ed a far suonare un campanello d’allarme sull’affidabilità della RB18. Sicuramente le condizioni climatiche della gara italiana, pioggia e basse temperature, avevano aiutato molto la monoposto di Milton Keynes. Qui in America le condizioni sono totalmente opposte, anche se c’è possibilità di pioggia, e sembrano non essere ottimali per Red Bull. Vedremo nelle prossime sessioni se il team avrà risolto i problemi di surriscaldamento o se invece ci saranno altre noie per Perez e Verstappen.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter