F1 | GP Miami – Mercedes, Wolff: “La FIA ci ha chiesto di riportare Hamilton davanti a Russell”

Le due Mercedes hanno concluso il Gp di Miami in quinta e sesta posizione, con George Russell davanti a Lewis Hamilton. Toto Wolff ha poi rivelato che la FIA aveva chiesto alla squadra di invertire la posizione dei due piloti.

Toto Wolff Mercedes
Toto Wolff, Team principal della Mercedes – Credits: SkySportF1

Un risultato del tutto soddisfacente quello ottenuto dal team capitanato da Wolff al termine del Gp di Miami, con il quinto e sesto posto ottenuti da Russell e Hamilton. La vettura dimostra di progredire in gara rispetto ai risultati ottenuti in qualifica, ma ancora non ha il passo dei migliori.

Analizzando la gara delle due frecce d’argento, George Russell ha superato il compagno al giro cinquanta, mentre i due percorrevano il tratto tra le curve 11 e 12. Nel compiere la manovra di soprasso, tuttavia, il neo-pilota Mercedes ha portato tutte e quattro le ruote della sua W13 oltre la linea bianca. Di conseguenza il team si è aperto via radio, chiedendo di restituire la posizione ad Hamilton. Russell ha dunque rallentato, lasciando sfilare il compagno, salvo poi superarlo una seconda volta nel giro seguente e concludendo in quinta posizione.


Leggi anche: F1 | GP Miami – Le parole di Toto Wolff dopo la gara: “Siamo il terzo team più veloce”


Sull’episodio si è espresso il Team principal di Mercedes, Toto Wolff, dichiarando che l’ordine di scuderia è arrivato a seguito di un’esplicita richiesta da parte della FIA. Wolff ha comunque voluto precisare come non vi sia stato alcun dialogo tra il muretto box ed i commissari, soprattutto dopo le polemiche sorte a seguito del Gp di Abu Dhabi dello scorso anno.

Non c’è stato alcun dialogo con la FIA e penso che sia così che dovrebbe essere. È la FIA che ha chiesto al box di invertire la posizione dei due piloti “.

L’ingegnere di gara di Russell, Riccardo Musconi, ha prontamente comunicato all’inglese la richiesta dei commissari, chiedendo di lasciar passare Hamilton.

Dobbiamo ridare la posizione a Lewis perché siamo andati fuori pista quando hai fatto il sorpasso. Prima la restituisci e più possibilità hai di attaccare“.

Dopo aver lasciato passare Hamilton alla prima curva, a Russell è stato detto “sei libero di attaccare ora“. L’inglese ha dunque ripassato Hamilton nuovamente alla curva 11.

Russell ha commentato la battaglia con il compagno, definendola divertente e rispettosa.

Ovviamente devi lasciare un po’ più di spazio quando stai lottando con il tuo compagno di squadra rispetto a quanto faresti normalmente“, ha dichiarato. “In curva undici non si può davvero giudicare dove sia il bordo della pista, c’è solo una linea bianca“.

Con riguardo poi all’ordine di scuderia, l’inglese si è detto soddisfatto di aver riconquistato la quinta posizione.

Quando mi hanno detto che dovevamo invertire le posizioni è stato un po’ frustrante perché stavo recuperando sui piloti davanti ad un certo punto. Ma per fortuna alla fine è andato tutto bene“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

 

Jacopo Moretti

Studente di Giurisprudenza, classe 1998. Appassionato di Formula 1 e del Motorsport.