F1 | GP Miami – Red Bull, Horner: “Fortunati che Ferrari non si sia fermata durante la Safety Car”

È la Red Bull di Max Verstappen a vincere il GP di Miami. A detta di Christian Horner, però, la scuderia austriaca deve ringraziare Ferrari: ad assicurare il successo dell’olandese sarebbe stata la decisione del Cavallino di non fermare Leclerc in regime di Safety Car.

Vittoria Max Verstappen, Red Bull. Fonte: Red Bull su Twitter.

A portarsi a casa la vittoria del GP di Miami è stata la Red Bull di Max Verstappen.

L’olandese è riuscito a tenersi a debita distanza dalla Ferrari di Charles Leclerc sino alla Safety Car, scesa in pista a soli dieci giri dalla fine. Il monegasco non è però mai riuscito ad agganciare la RB18 di Verstappen.

A detta di Christian Horner, la strategia scelta da Scuderia Ferrari al termine del GP di Miami – ossia di non fermarsi ai box sotto regime di bandiera gialla – ha permesso alla Red Bull di mantenere il vantaggio.

Il team manager della scuderia austriaca ha così commentato ai microfoni di Sky Sport F1: Siamo stati abbastanza fortunati che la Ferrari abbia scelto di non fermarsi al pit-stop.

Avrebbero potuto montare le mescole morbide. Una volta che Charles era in zona DRS non siamo riusciti a scrollarcelo di dosso”.

“Nella posizione in cui era Max, c’è tanta pressione” ha continuato Horner. “È facile bloccare una ruota, ma lui è stato pulito. Ci sono voluti circa cinque o sei giri per uscire dalla zona del DRS”.  

Opinione differente, invece, quella di Helmut Marko. Secondo il settantottenne, il pit-stop di Leclerc sotto SC non avrebbe fatto alcuna differenza. Se Ferrari si fosse fermata, infatti, Red Bull avrebbe reagito di conseguenza.

Christian Horner ha poi risposto alle dichiarazioni di Mattia Binotto, il quale crede che Red Bull al momento sia più veloce di Ferrari di circa due decimi al giro.

“Non ne sono sicuro. Credo che siamo molto equilibrati come velocità. Cambia di circuito in circuito”.

Horner ha, infine, sottolineato come Verstappen abbia dominato durante il GP di Miami nonostante le difficoltà riscontrate l’intero weekend.

Nelle Libere del venerdì, Max non ha girato molto, raccogliendo pochissimi dati su un circuito del tutto nuovo. Durante le Qualifiche, invece, l’olandese ha commesso un errore che gli è costata la pole position.

“C’è stata una grande rimonta da parte di Max Verstappen dopo aver perso tutto il venerdì e sono molto contento di questo” ha concluso Christian Horner.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Miami – Ferrari, Binotto: “C’è delusione, ma abbiamo la migliore coppia in griglia”