F1 | GP Monaco – Analisi Settori e Ideal Lap FP2: una Ferrari sorprendente, Mercedes vicina e non al limite

Ferrari sorprende nelle prove libere del Giovedì del GP di Monaco, conquistando tutti i settori, ma Mercedes resta vicina, con una Red Bull in apparente difficoltà: il confronto degli ideal Lap

gp monaco libere velocità settori ferrari

È solo giovedì a Monaco, ma le prove libere hanno mostrato per la prima volta in 6 gare un risultato interessante: le due Ferrari di Leclerc e Sainz davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton, che precede a sua volta Max Verstappen e Valtteri Bottas. Miraggio o realtà, nel tracciato in cui le qualifiche contano più della gara?


F1 | GP Monaco – Analisi tecnica: Perché la Ferrari va così forte?


In Spagna si era visto come le Rosse fossero sul livello di Mercedes e Red Bull nel lento, ma il settore 3 di Barcellona non è certo una riproduzione di Monaco 1:1. Il circuito del Principato ha bisogno di adattamenti speciali allo sterzo per percorrere agilmente le curve più strette come il tornante Lowes e la Rascasse, e per via dell’asfalto stradale necessita di un assetto profondamente diverso. Inoltre l’evoluzione della pista è molto sentita, sopratutto nel passaggio dal giovedì al sabato. Le vetture necessitano della massima deportanza possibile, e di un’ottima coppia ed erogazione da parte della power unit, che permettano la migliore trazione possibile dalle curve lente.

La Rossa però è parsa forte in tutti i settori, e nell’ideal lap fatto mettendo insieme i migliori settori di entrambi i piloti conta un vantaggio di 3 decimi sulla Mercedes.

Confronto settori: Gasly velocissimo nel T2, buon Giovinazzi nel T3

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sopratutto colpisce il fatto che la Ferrari sia più veloce in tutti e tre i settori, con Sainz che detiene i migliori T1 e T3, mentre Leclerc ha il miglior T2. Il vantaggio è minimo nel settore delle Piscine e della Rascasse, dove Sainz guadagna appena 20 millesimi su Bottas, con Verstappen che accusa 1 decimo su Leclerc (+10 millesimi su Hamilton), ma molto consistente nel T2, dove però Gasly è addirittura davanti a Verstappen e Hamilton di oltre 1 decimo.

 

Il peso a Monaco conta per circa 3 decimi a giro. Le Mercedes tendono a effettuare le prove libere con più carburante, mascherando la loro velocità. Inoltre Hamilton nel suo giro migliore ha avuto delle linee non ancora perfette, e un paio di vetture davanti che potrebbero essere costati un paio di decimi nel T2. Questo ci porta a pensare a una Mercedes in vantaggio, sebbene non grande, sulla Ferrari e sulla Red Bull. Sopratutto per la squadra di Max Verstappen, che giunge a quasi mezzo secondo nell’ideal lap da Leclerc, la Ferrari potrebbe rappresentare un imprevisto grattacapo, anche in ottica campionato, in una gara altrimenti tradizionalmente favorevole a Milton Keynes. I simulatori di tutte le squadre saranno al lavoro senza sosta nelle prossime quaranta ore, grazie alla pausa del Venerdì, per cercare di risolvere i problemi di assetto riscontrati finora.

Alpha Tauri in lotta con McLaren? gp monaco ferrari settori

Guardando invece dietro, notiamo una McLaren a 9 decimi dalla Ferrari: il team e i piloti sembrano essersi già rassegnati a un weekend in difficoltà rispetto agli avversari diretti per la 3ª posizione in classifica. In netta difficoltà per ora Daniel Ricciardo, che aveva vinto qui ben 3 anni fa, ma rispetto al suo ex-compagno di squadra fatica a trovare il feeling su una pista a lui favorevole, ma che non perdona la mancanza di confidenza.


F1 | La rossa regala emozioni e speranze nelle FP2: è un incredibile 1-2 Ferrari a Monaco!


Impossibile non notare la prestazione dell’Alpha Tauri con Gasly, in buona parte costruito nel T2, un settore che comprende la parte più lenta del circuito, quella più veloce e la curva del Tabaccaio. Con le Ferrari davanti rispetto al resto del centro gruppo, potrebbe essere la volta buona per la squadra di Faenza di sfidare la McLaren.

Ottimo anche Antonio Giovinazzi e la Alfa Romeo Sauber, che si mette davanti la Alpine e la Aston Martin. Per le vetture di Silverstone notiamo un Vettel in buona forma e davanti a Stroll in tutti i settori, così come Alonso batte Ocon nel primo e nel secondo settore.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Ghiloni

Studente universitario di Chimica e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.