F1 | GP Monaco – Analisi telemetrie: Ferrari la più veloce sulle stradine del principato

Le prove libere sono finite, è giunto il momento di fare l’analisi delle telemetrie del miglior giro di Monaco di alcuni piloti

Analisi telemetrie Monaco

Come da tradizione il venerdì del GP del principato è una giornata di riposo per i piloti…ma non per gli ingegneri. Vediamo insieme una analisi delle telemetrie dei giri più veloci di Leclerc, Hamilton e Verstappen ottenuti durante le FP2 del GP di Monaco. Questi 3 piloti hanno fatto registrare il primo, il terzo ed il quarto tempo di giornata. Leclerc ha girato in 1:11,684 Hamilton in 1:12,074 e Verstappen in 1:12,081. Per una migliore comprensione dei grafici abbiamo messo solo due piloti alla volta.

Leclerc – Hamilton

Questo slideshow richiede JavaScript.

Iniziamo il confronto con la coppia Leclerc – Hamilton che hanno ottenuto il primo ed il terzo tempo delle FP2. Come possiamo vedere dal grafico delle velocità la Ferrari è quella con la velocità più alta in uscita del tunnel, il punto a 1950 metri del giro. Notiamo anche come la diversa traiettoria di Leclerc in ingresso alla Massenet, punto a 750 metri, consenta al pilota monegasco di avere una velocità di percorrenza più elevata. Passando al confronto delle marce vediamo come il pilota ferrarista cambi leggermente prima rispetto al pilota Mercedes. Questo indica una scelta di rapporti più corti per la vettura italiana, che le consentono di ottenere una migliore accelerazione ed un maggior grip meccanico tra le stradine del principato .

Leclerc – Verstappen

Questo slideshow richiede JavaScript.

Continuiamo con il confronto Leclerc – Verstappen, primo e quarto tempo delle FP2. In questo caso i due piloti hanno velocità molto simili lungo tutto il tracciato, solo nella parte terminale vediamo un leggero vantaggio del pilota Ferrari. Anche qui notiamo come Red Bull abbia scelto di montare dei rapporti più lunghi per il cambio.

Hamilton – Verstappen

Questo slideshow richiede JavaScript.

Chiudiamo infine con il confronto tra Hamilton – Verstappen, terzo e quarto tempo delle seconde prove libere del giovedì. I grafici di questi due piloti sono i più simili di tutti. La differenza sul tempo dei due piloti è di solo 0,007s. Anche per quanto riguarda i rapporti del cambio non notiamo differenze evidenti.

Conclusioni

Prima di fare le conclusioni dobbiamo fare una precisazione, i carichi di benzina non sono noti. Noi stimiamo una perdita di circa 0,35s al giro ogni 10kg di carburante in più. La Ferrari è stata sicuramente la più veloce, riuscirà a confermare questo risultato anche durante le qualifiche? Red Bull era arrivata a Monaco come favorita, sarà capace di recuperare qualche decimo domani mattina durante le FP3? La battaglia per le qualifiche è aperta, che vinca il migliore.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Monaco – Analisi tecnica: Perché la Ferrari va così forte?

 

Federico Martello

Vehicle Engineer student, Euroracing (Indy autonomous challenge) vehicle dynamics team member