F1 | GP Monaco – Aston Martin, Vettel sul venerdì di prove libere: “Circuito difficile con le nuove macchine”

Sebastian Vettel analizza il venerdì di prove libere in casa Aston Martin e dice la sua sulla guidabilità delle macchine di “nuova generazione” sulla pista di Monaco.

vettel monaco prove libere aston martin montecarlo
Fonte: @AstonMartinF1 Twitter

Il 4 volte campione del mondo di Aston Martin Sebastian Vettel analizza la prima giornata in pista del weekend di Monaco, dove sono andate in scena le prime due sessioni di prove libere.

Queste nuove vetture sono più difficili da guidare su questo tipo di pista, a causa delle gomme più grandi che riducono la visibilità dei muretti“, concentrandosi inizialmente sul feeling di queste auto sui circuiti cittadini.

Il tedesco poi prosegue confermando la buona prestazione nelle due sessioni di prove libere concluse entrambe in P9: “E’ stato un venerdì buono dove ci siamo concentrati sui nuovi aggiornamenti e su come possiamo migliorarli, vedendo cosa può funzionare meglio per il nostro set-up“.


Leggi anche: F1 | GP Monaco – Prove libere, Hamilton: “I bulbi oculari mi stavano uscendo dalle orbite”


L’ex Red Bull commenta anche il piccolo errore commesso: “Sono stato fortunato a riprendere la macchina alle Piscine…“. Si lascia andare anche ad una battuta: “…nonostante un bel colpo al cuore, decisamente aumentato di battiti“.

Anche la zona del tunnel è più difficile da interpretare“, ribadisce Seb. “A causa della maggiore rigidità delle nuove vetture attraversare il tunnel non è facile come una volta“. Nonostante le nuove “difficoltà” si concentra anche sulla qualifica di sabato: Domani sarà importante assicurarsi un giro pulito, soprattutto in Q1, dove la chiave per fare bene sarà evitare il tanto traffico”, conclude Seb.

Aston Martin chiamata dunque a tirare fuori il meglio dalle sue AMR22, visto anche le non poche critiche ricevute dopo il GP di Barcellona, dove la scuderia Made in Britain ha avuto i riflettori puntati per tutto il weekend per i nuovi importanti aggiornamenti, e definita da molti la Red Bull versione B.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter