F1 | GP Monaco – Hamilton: “Su questo tracciato non è divertente correre”

Lewis Hamilton e la Mercedes non hanno vissuto un GP di Monaco da ricordare. L’inglese ha riflettuto su questo durante la call post gara.

Formula 1 - Monaco GP - Lewis Hamilton
Foto: Mercedes AMG F1 Twitter

GP di Monaco che non è andato come sperato da Lewis Hamilton e la Mercedes. Il pilota inglese ha avuto difficoltà sin dalla prima prova e la situazione non è andata a migliorare con l’avanzare delle sessioni. In qualifica il campione del mondo in carica non è andato oltre la 7° posizione, al fianco dell’Aston Martin di Sebastian Vettel. In gara la situazione è ulteriormente peggiorata con il n.44 che non aveva un buonissimo passo. Nel momento dei pit stop, complice anche la scelta sbagliata di Mercedes, Hamilton ha perso posizioni a favore di Vettel e Gasly. Questo ha definitivamente messo fine alla gara dell’inglese che verso la fine ha optato per tentare l’attacco al giro veloce. Mission riuscita per l’Alfiere Mercedes che ha fatto segnare un 1:12.909, nuovo record della pista. Lewis Hamilton ha concluso il GP n 7° piazza, primo dei non doppiati.

“Non è stato un buon weekend. Ci sono cose che avremmo potuto fare meglio, in termini di preparazione al weekend. Abbiamo avuto delle buone conversazioni ma non abbastanza buone, da parte di tutti noi. Collettivamente, siamo un team e perdiamo e vinciamo insieme, non è stato un buon lavoro da parte nostra. Guarderemo i dati per capire perché siamo in questa posizione, faremo delle call. So che tutti lavoreranno per essere sicuri che un weekend così non capiti di nuovo. […] Sono contento che la gara sia finita, è stata lunga. Devo dire che non importa in quale posizione ti trovi, su questo tracciato non è divertente correre. Segui chi ti è davanti e non puoi superarli. Quando vinci è bello ma anche quando sei primo e sei molto davanti è noioso. Fai sempre la stessa cosa. Sono sicuro che per Max è stato un pomeriggio tranquillo.”


Leggi anche: F1 | GP Monaco-Wolff sul settimo posto di Hamilton: “Volevamo tentare l’undercut ma abbiamo fallito”


 

Come verrà affrontato questo weekend dal team e come si prepareranno per Baku.

Non ci piace darci la colpa. Abbiamo avuto una discussione aperta, onesta. Non è niente di personale è più una cosa da ‘avremmo dovuto fare meglio’ o ‘ perché abbiamo fatto questo?’. Una discussione costruttiva, ci diciamo tutto. Avremmo un paio di riunioni per avere le idee chiare su quello che è accaduto. La ragione per la quale abbiamo ottenuto tanto è che facciamo degli errori ma torniamo più forti. Sono grato di avere giorni come questi perché impari tanto, quando vinci sempre impari meno. Non posso dirvi come ci prepareremo per Baku. Abbiamo dei punti deboli nella nostra macchina, la prossima gara sarà dura. Si sa che abbiamo dei problemi con le gomme in condizioni di freddo. Non riusciamo a farle lavorare come gli altri. Allo stesso tempo abbiamo dei buoni long run e un buon passo gara. Abbiamo questa grande domanda su come far lavorare le gomme su un tracciato come questo. Torneremo in fabbrica domani e avremmo sicuramente dei meeting.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

mm

Giada Di Somma

Appassionata di motori da sempre. Studio comunicazione a Roma e spero di poter rendere la mia passione un lavoro.