F1 | GP Monaco – Prove Libere, Russell: “Non siamo ancora dove vorremmo essere.”

Si chiude in sesta posizione il venerdì di prove libere a Monaco per George Russell.

Russell Libere Monaco
George Russell via Twitter

Si chiude in sesta posizione il venerdì di prove libere a Monaco per George Russell. Dopo il Gran Premio di Spagna, dove il pilota britannico ha conquistato il suo secondo podio in stagione, (il primo era stato in Australia), la Formula 1 non si ferma e torna a far tappa a Montecarlo, per il settimo appuntamento del mondiale.

È in fiducia l’ex pilota della Williams. Nonostante le premesse iniziali della sua Mercedes, sta collezionando dei buoni risultati (non è andato oltre la quinta posizione nei GP passati) e attualmente si trova al 4° posto in classifica piloti a 74 punti.

Un venerdì in crescita per il #66, che dopo una prima sessione in difficoltà chiusa in P8, la guida è stata migliorata durante le FP2 chiudendo poi la sessione in P6. Queste le sue parole:

“È stata una giornata relativamente buona, credo, ma è chiaro che non siamo ancora dove vogliamo essere in termini di prestazioni. Monaco è un circuito molto complicato con queste auto: sono molto rigide ed è difficile far funzionare l’aerodinamica, quindi non è facile portare l’auto al limite su un circuito cittadino. Devi dare un po’ più di rispetto del solito. Ci sono parti del circuito in cui stiamo quasi facendo un’impennata con entrambe le gomme anteriori sollevate da terra!

Leggi anche: F1 | GP Monaco – Prove libere – Leclerc: “Una giornata niente male”

Abbiamo del lavoro da fare durante la notte per vedere come possiamo rendere un po’ più facile la guida. Davanti le Ferrari sono di nuovo in fermento, abbiamo visto a Imola quanto erano brave sui cordoli, e anche qui questo giova alla loro forza. Ora dobbiamo abbassare la testa e vedere cosa possiamo fare per domani, in modo da essere almeno i migliori degli altri dietro Ferrari e Red Bull.”

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Sara Cigagna

Classe 2001, studentessa di Linguaggi dei Media presso l'Università Cattolica di Milano e aspirante giornalista innamorata della F1.