F1 | GP Monaco, qualifiche Ferrari – Binotto: “Squadra amareggiata ma sorridiamo per la pole. La vettura va bene su questo tracciato”

Per Binotto l’amarezza data dalla bandiera rossa non deve offuscare il grande risultato di squadra ottenuto al termine delle qualifiche di Monaco. La SF21 è andata bene fin dal giovedì e questo tracciato rappresenta l’occasione giusta per guadagnare tanti punti su McLaren. qualifiche ferrari monaco binotto

qualifiche ferrari monaco binotto
Foto Scuderia Ferrari

Il Team Principal della Ferrari commenta l’esito delle qualifiche di Monte Carlo: pole position per il padrone di casa Charles Leclerc e quarta posizione per Carlos Sainz. Tuttavia, l’esito definitivo della sessione è stato fortemente condizionato dalla bandiera rossa causata proprio dal monegasco durante gli ultimi tentativi dei piloti impegnati nel Q3. qualifiche ferrari monaco binotto

L’ingresso sbagliato alla variante delle Piscine ha portato la rottura della sospensione della vettura #16, la quale ormai inguidabile, è andata dritto nelle barriere. Il risultato sarebbe potuto essere addirittura migliore di quello ottenuto, con una prima fila tutta rossa non così immaginaria. Difatti, Carlos Sainz stava migliorando il suo crono ma con l’interruzione della sessione ha dovuto ovviamente abbandonare. Ad onor del vero, anche Max Verstappen e Valtteri Bottas stava ottimizzando i loro intertempi, quindi avremmo assistito ad una battaglia fino all’ultimo millesimo.

In casa Ferrari, la preoccupazione maggiore è rivolta alla trasmissione della SF21 di Leclerc con l’esito definitivo della sua sostituzione o meno – con conseguente penalità di 5 posizioni in griglia – che si avrà in un tempo non molto lontano da quella della partenza.

L’amarezza c’è, come afferma Binotto, per il modo conclusivo con cui un risultato così positivo è stato conseguito ma non deve essere offuscato l’esito stesso così come non deve essere offuscato un dato di fatto: la vettura, fin dal primo giro del giovedì, è andata bene su questo tracciato in quanto si adatta particolarmente alla basse velocità del circuito di Monaco. L’occasione di fare un buon bottino di punti nella lotta con la McLaren non è utopia e la chiamata al pit rappresenterà il punto cruciale per l’esito della gara.

Le parole di Mattia Binotto qualifiche ferrari monaco binotto

Un po’ di apprensione per la vettura di Charles (Leclcerc, ndr) che adesso controlleremo, soprattutto il cambio. Carlos (Sainz, ndr) è un po’ amareggiato perchè era convinto – e sono convinto anch’io –  che poteva far meglio, credo che nel primo giro di preparazione a quello spinto abbia trovato un po’ di traffico non proprio ideale. A parte tutto, siamo contenti per come sta andando il weekend fino ad oggi!”

“Indipendentemente dalla qualifica, indipendentemente dalla pole, abbiamo una vettura che si è dimostrata veloce su questo tracciato fin da giovedì. I due piloti sono entrambi a loro agio, quindi bene vedere che i piloti si siano comportati bene e che la macchina sia andata bene. Ho visto anche la squadra amareggiata, con la voglia che si potesse far meglio.”

“Ovviamente a Monaco partenza e pit stop saranno i punti chiave, capire l’usura della gomma e attuare la strategia migliore al momento giusto. Avere Verstappen alle spalle non è scontato, però intanto si parte davanti: più di garantire di arrivare al traguardo, sono convinto che possiamo raccogliere punti importanti.”

La macchina si comporta molto bene nelle velocità basse, quindi è sicuramente una vettura che ha molto carico alle basse velocità tra l’altro quel tipo di carico che è più difficile da sviluppare. Probabilmente, rispetto ad altri, oggi ci manca un po’ di velocità medio-alta ma una macchina in queste condizioni, con questa sospensione sui cordoli alle basse velocità, si comporta bene. Lo abbiamo confermato qui, era importante per noi: è comunque un buon presagio per il resto della stagione.”

Charles un po’ imbarazzato. A parte tutto credo che oggi dobbiamo essere contenti, sorridiamo per una bella pole. La macchina è andata bene fin dal giovedì, abbiamo un bel risultato di squadra.”

Carlos è sempre andato molto bene su questa pista, anche nelle passate stagioni. Sapeva di poter fare molto bene, però per me è importante vedere che si sta integrando sempre più, sta guadagnando confidenza e fiducia con questa vettura e so di poter contare su di lui per il resto della stagione. Adesso è sicuramente amareggiato, in gara darà del suo meglio. Per noi è importante raccogliere più punti possibili qua per quel che è il nostro campionato e abbiamo quindi una buona occasione.”

 

Seguici sui nostri social (Facebook, Twitter, Instagram)

Seguici anche su Telegram

F2 | GP Monaco, Feature Race – Pourchaire domina dalla pole; pasticcio al box Prema!

Mariangela Picillo

Studentessa di ingegneria meccanica. Da grande vorrei fare del motorsport la mia vita quotidiana.