F1 | GP Monaco – Risultati FP2: Ferrari domina, Verstappen P4 [ Cronaca LIVE Prove Libere ]

Vetture che tornano in pista a Monaco per le FP2 del weekend nel Principato: segui la cronaca live delle prove libere a Montecarlo.

monaco fp2 prove libere ferrari cronaca live verstappen
Fonte: @unknown

Le vetture si apprestano a scendere nuovamente in pista nel pomeriggio di Montecarlo per la seconda sessione di prove del venerdì. Nel primo pomeriggio Leclerc ha preceduto tutti: le FP1 hanno mostrato Ferrari e Red Bull in forma. Le due scuderie di vertice hanno staccato gli avversari di oltre mezzo secondo e si preparano per ripetersi nelle seconde libere. Segui la cronaca live delle FP2 del GP di Monaco: macchine in pista alle ore 17.00.


Cronaca Prove Libere 2

L’ARTICOLO SI AGGIORNA AUTOMATICAMENTE

Ore18.00 – BANDIERA A SCACCHI – Leclerc conclude al comando davanti a Sainz. La Ferrari domina le FP2 del GP di Monaco. Red Bull P3 e P4 con Perez e Verstappen.

Ore17.58 – Lungo anche per Lance Stroll alla Sainte-Devote.

Ore17.57 – Verstappen è tornato ai box: ultimi minuti di long run su gomma media.

Ore17.55 – Lungo di Lando Norris in curva 1: bandiera gialla.

Ore17.52 – Il confronto tra i giri di Charles Leclerc e Carlos Sainz.

Ore17.51 – Torna in pista Leclerc per il long run su gomma soft usata. Stessa condizione di Verstappen, Perez su gomma media.

Ore17.50 – Ferrari ai box. Bottas riporta: “Un cavo è rimasto bloccato nel casco”.

Ore17.48 – I tempi a poco più di 10 minuti dalla fine della sessione. Molti ora si dedicano alla simulazione passo gara.

Ore17.45 – Sainz si mette sui tempi del compagno: 1:12.700, è a +0.044.

Ore17.44 – La direzione gara comunica di aver notato un episodio tra Tsunoda e Magnussen per “rientro in pista pericoloso”.

Ore17.43 – Dura frenata di Gasly alla Nouvelle Chicane: variante tagliata.

Ore17.41 – Russell in team radio: “Ho colpito il muro in curva 12”.

Ore17.40 – Sainz si riprende la P2 in 1:12.877.

Ore17.38 – I tempi a venti minuti dalla bandiera a scacchi.

Ore17.37 – Mentre Hamilton va lungo al Mirabeau alto, Perez si piazza in P2: 1:13.035, pochi millesimi davanti a Sainz.

Ore17.35 – Leclerc lima il proprio tempo: 1:12.656 per la Ferrari. Norris sale in P4.

Ore17.34 – Il tempo di Sainz ed i tempi a metà sessione.

Ore17.33 – 1:13.066 per Carlos Sainz: lo spagnolo trova spazio e sale in seconda piazza.

Ore17.32 – Botta e risposta tra Verstappen e Leclerc: Max sale in testa in 1:13.103, Charles risponde in 1:12.764. Lec +0.339 Ver

Ore17.29 – Concludono il giro Charles Leclerc: il monegasco sale in P1 in 1:13.125.

Ore17.27 – Perez si migliora in 1:13.324, Verstappen P2 a 0.031.

Ore17.26 – In pista anche le Ferrari: sia Leclerc che Sainz su pneumatico soft nuovo. A parità di gomma con Red Bull.

Ore17.25 – Le Red Bull tornano in pista su gomma soft nuova. Ancora ai box le due Ferrari.

Ore17.24 – Le monoposto escono dalla corsia box.

Ore17.23 – Riprende la sessione di prove libere.

Ore17.23 – Ricciardo saluta il pubblico tornando ai box.

Ore17.22 – Persiste il regime di bandiera rossa.

Ore17.19 – Commissari di pista al lavoro per ripulire la pista.

Ore17.18 – L’ingegnere di pista a Ricciardo: “Contento tu stia bene”. Il pilota risponde: “Ti spiego dopo”.

Ore17.16 – I tempi all’interruzione della sessione.

tempi monaco montecarlo bandiera rossa fp2 prove libere mclaren ferrari redbull

Ore17.15 – BANDIERA ROSSA – Ricciardo a muro alle Piscine. Nel frattempo Sainz si era ripreso la P4.

Ore17.13 – Drift per Vettel, mentre Gasly si piazza in P5, appena dietro a Russell in P4.

Ore17.12 – Sainz è quarto a 450 millesimi dal leader: ricordiamo entrambe le Ferrari su gomma hard. Red Bull su gomma media.

Ore17.11 – Leclerc eguaglia al millesimo il tempo di Verstappen: è in P3.

Ore17.09 – Si avvicina Verstappen: 1:14.255, è P2. Il confronto tra Perez e Sainz.

Ore17.08 – Trova traffico Charles Leclerc. Perez trova la P1 con un super giro in 1:14.001: otto decimi sul resto del gruppo.

Ore17.07 – 1:14.905 per Verstappen, che si porta in vetta. Sale in P2 Norris, a 55 millesimi. Terzo Hamilton.

Ore17.06 – Lungo di Tsunoda alla Sainte-Devote: bandiera gialla subito rimossa.

Ore17.05 – 1:15.762 è il giro che vale la P1 a Leclerc. Magnussen staccato di 2 decimi, poi Perez e Hamilton, ma sono solo i primi tentativi.

Ore17.03 – Ferrari in pista con gomma hard, Red Bull su mescola media.

Ore17.02 – Alfa Romeo, Aston Martin e Ricciardo uniche vetture ancora ai box.

Ore17.00 – Al via le prove libere 2.

Ore16.59 – Un minuto all’inizio della sessione.

Ore16.58 – MGU-K e cambio sostituiti sulla Haas di Schumacher. Nessuna penalità.

Ore16.57 – Temperature calde nel Principato: 30°C per l’aria, 53 per l’asfalto.

Ore16.55 – Buon pomeriggio e benvenuti nella cronaca in diretta delle FP2 del GP di Monaco.

 

La cronaca live delle FP2 del GP di Monaco inizierà alle 16.55.

Il commento di Mario Isola

“A Monaco le vetture adottano un assetto speciale con alto carico aerodinamico per massimizzare l’aderenza alle basse velocità, con grip garantito meccanicamente dai pneumatici e aerodinamicamente dal carico. Questo gran premio rappresenta ovviamente il debutto a Monaco per la nuova generazione di vetture di Formula 1 con pneumatici da 18 pollici. Quindi i team dovranno comprendere come reagiscono in queste condizioni uniche, considerato anche che il meteo sulla costa mediterranea a volte è difficile da prevedere in questo periodo dell’anno”.

“Monaco è spesso descritta come una delle gare più imprevedibili dell’anno. La verità è che le qualifiche assumono un significato particolare in quanto su questo tracciato la posizione in pista è fondamentale. Di conseguenza, capire come ottenere il massimo dalla mescola C5 più morbida, che finora quest’anno è stata portata solo al Gran Premio di Australia, sarà un aspetto chiave delle prove libere. La regola che richiedeva ai primi 10 piloti di iniziare la gara con i pneumatici con cui avevano superato la Q2 non esiste più. Quinsi, quest’anno potremmo vedere strategie diverse. Alcuni piloti potrebbero scegliere mescole più dure al via per effettuare un primo stint lungo, data la difficoltà a sorpassare. Altri invece potrebbero scegliere un approccio più tradizionale partendo con la mescola più morbida. Insomma, è una gara in cui la strategia può fare davvero la differenza.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.