F1 | GP Monaco – Sintesi prove libere 2: Mercedes davanti, Hamilton il più veloce.

La seconda sessione di prove libere del weekend monegasco ha visto nuovamente le Mercedes al comando, con Hamilton davanti al compagno di squadra. Costrette ad inseguire sia Ferrari che Red Bull. monaco prove libere 2

monaco prove libere 2
Foto: Twitter

Scelta mescole iniziali

I piloti hanno iniziato tutti con simulazione qualifica, utilizzando mescole diverse: la Renault ha optato per gomma Hard per Ricciardo e gomma media per Hulkenberg, la Sauber per gomma gialla per entrambi i piloti, McLaren Medium per Norris e Soft per Sainz, media per entrambe le Racing Point, in Haas gomma dura per Magnussen e media per Grosjean, Williams Medium per Kubica e Soft per Russell, Soft per Toro Rosso, Red Bull e Ferrari, e infine gomme Medium per Mercedes. monaco prove e libere 2 

Ferrari

I due piloti del cavallino hanno ottenuto, nel corso del primo quarto d’ora di sessione, il secondo (Leclerc, 1:12.887s) e il terzo miglior tempo (Vettel). I loro croni sono poi stati superati da quelli dei piloti Red Bull e Mercedes.

Nel corso del secondo run con gomma rossa nuova Vettel è però riuscito a porsi nuovamente al comando della classifica dei tempi con un ottimo 1:11.881s. Leclerc è invece stato autore di un bloccaggio che non gli ha permesso di mettere insieme un buon giro di simulazione giro veloce e fermandosi in decima posizione.

Il pilota monegasco della Ferrari si è poi dedicato alla simulazione passo gara insieme al compagno di squadra. In assenza del traffico che ha accompagnato tutta la seconda sessione di prove libere della Scuderia di Maranello, Leclerc è riuscito ad ottenere un tempo di simulazione long run di 1:15.500s, mentre Vettel non ha mai trovato la pista sufficientemente libera per poter compiere una vera simulazione passo gara.

Mercedes

Con una mescola di svantaggio rispetto a Ferrari le due Mercedes si sono subito messe a dettare il passo, con Bottas risultato al sesto passaggio in prima posizione e più veloce di 0.214s di Lewis Hamilton (1:12.381s).

Il cinque volte campione del mondo ha però subito raccolto la sfida, riuscendo per primo a scendere sotto il muro dell’1:12.000s con un crono di 1:11.926s. Bottas si è poi posto a 0.033s dal pilota inglese.

Montata la gomma Soft, il pilota finlandese della Mercedes è riuscito a migliorare di ben 0.284s il tempo di Vettel, portandosi in prima posizione, per poi migliorarsi ulteriormente ottenendo un impressionante 1:11.275s.

Entrato in pista in un secondo momento rispetto al compagno di squadra, Hamilton ha ottenuto al quinto passaggio con gomma rossa il miglior tempo(1:11.245s).

La sfida al cronometro dei piloti della Stella d’Argento è poi continuata: Bottas ha ulteriormente abbassato i tempi, scendendo sotto l’1:11.200s (1:11.199s), per essere imitato poco dopo dal compagno di squadra (1:11.118s).

Negli ultimi trenta minuti la casa di Stoccarda si è dedicata alle simulazioni passo gara con gomma rossa. Bottas ha ottenuto un tempo di 1:14.894s, mentre Hamilton 1:14.467s.

Verso la fine della sessione Bottas  ed Hamilton sono passati alla simulazione long run con gomme Medium, confermadosi molto competitivi.

Red Bull

A 25 minuti dall’inizio della sessione le due Red Bull sono riuscite a scavalcare le Ferrari con i tempi di 1:12.052s (Verstappen) e 1:12.439s (Gasly).

Verstappen è stato costretto ai box per gran parte della sessione a causa di un calo di pressione riscontrato nella prima parte di prove libere, forse a causa di un’eccessiva aggressività sui cordoli. I meccanici sono stati costretti a sostituire la  presa d’aria e il radiatore, oltre ad operare delle modifiche di assetto.

Il pilota olandese è tornato in pista a dieci minuti dalla bandiera a scacchi, tentando la simulazione di giro veloce. Complice una monoposto insidiosa e poco guidabile a causa del sottosterzo, Max non è riuscito a mettere insieme un buon giro.

Pierre Gasly ha invece ottenuto in simulazione long run un ottimo 1:14.500s con gomma rossa, confermando una sessione di prove nel complesso migliore di quella del compagno di squadra.

Toro Rosso

Albon ha subito iniziato le prove libere in maniera positiva, ottenendo un interessante 1:12.834s, per poi migliorarsi di ben otto decimi nel corso della prima ora di sessione ottenendo con gomma rossa un tempo di 1:12.031s e riuscendo a posizionarsi in quinta posizione nella classifica dei tempi migliori.

Risultati 

Segue la classifica dei tempi della seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Monaco:

monaco prove libere 2
Foto: F1 App

 

 

F2 | Qualifiche GP Monaco: De Vries conquista la pole. Latifi penalizzato.