F1 | GP Mugello 2020, Hamilton dopo le qualifiche: “Pista fenomenale, ho lavorato per essere in Pole”

95esima Pole per l’inglese, che riesce a recuperare il gap rimediato da Bottas e Verstappen nelle libere per imporsi anche al Mugello. Domani in gara, la partenza sarà la chiave. Mugello Hamilton Pole

Mugello Hamilton Pole
Hamilton festeggia dopo la pole al Mugello – Foto Mercedes

Se ti chiamano il martello, il cannibale, l’uomo dei record, un motivo ci deve pur essere. Per Lewis Hamilton, quella del Mugello rappresenta la 28esima pista diversa sulla quale ha fatto segnare una Pole Position. Non è certo semplice essere perfetti per tutta la durata del giro di questo tracciato, ma il Campione del Mondo ha tenuto giù il piede e ha messo tutti dietro. Mugello Hamilton Pole

Che pista fenomenale, il circuito è davvero fantastico” ha dichiarato l’inglese ai microfoni di Jenson Button. “Sia ieri sia stamattina, Valtteri mi è sempre stato davanti, e ho dovuto lavorare tanto dietro le quinte per migliorarmi nelle traiettorie. I meccanici e gli ingegneri hanno fatto un lavoro eccezionale, e io ho messo insieme il giusto giro. Peccato per il vento, avrei potuto andare ancora più forte“.

Insomma, un giro sulla pista toscana non è certo tra i più semplici fisicamente, e farne uno davvero veloce comporta forze laterali pazzesche.

Dopo la Pole, Hamilton ha riferito anche le sue sensazioni dopo il suo giro record in 1:15: “Non so se si riesce a vedere dalla televisione, ma la sequenza che va da curva sei a curva otto è davvero incredibile. Si va dai 280 ai 290 chilometri all’ora, e le forze G in quel punto sono davvero folli. Continuano a crescere man mano che prosegui, poi arrivano la otto e la nove, devi sempre andare al limite se vuoi davvero andare forte. Valtteri, come detto, è stato velocissimo, e batterlo è stata dura, ma essere davanti è una gran bella soddisfazione“.

Non è stato dunque semplice per il sei volte iridato mantenere a bada la concorrenza, che stavolta, contando anche Max Verstappen, poteva davvero presentarsi più agguerrita. Chissà se la gara di domani ci regalerà spettacolo come le qualifiche di oggi.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Simone Casadei

I sogni bisogna inseguirli da giovani. Quella che ora è solo pura passione, cercherò di trasformarla al più presto nella mia vita, nel mio lavoro.