F1 | GP Mugello – Alfa Romeo soddisfatta del proprio lavoro nelle prove libere: “Risultati promettenti”

La prima giornata di prove libere al Mugello Circuit ha prodotto dei risultati positivi per Alfa Romeo: Kimi Räikkönen ha concluso il pomeriggio tra i primi dieci, a un giorno dal ventesimo anniversario del suo debutto in Sauber durante dei test.

Mugello prove libere alfa Romeo
Credits: Alfa Romeo Racing

Entrambe le vetture Alfa Romeo Racing ORLEN sembravano ben adattate al circuito toscano, un layout impegnativo con curve a media e alta velocità e continui cambi di altitudine. P11 e P14 nella sessione di apertura delle prove libere, seguite da una promettente P9 per Kimi nel pomeriggio, con Antonio in P17 dopo un piccolo errore durante la sua simulazione di qualifica. In testa al gruppo di vetture motorizzate Ferrari, le due C39 sembrano destinate a lottare per un posto in Q2, obiettivo del team per le qualifiche. Mugello prove libere alfa romeo

Le due sessioni di libere sono state cruciali su questo circuito, per il quale non esistono dati utilizzabili dalle moderne vetture di Formula Uno. Entrambi i piloti hanno corso senza particolari problemi, raccogliendo informazioni utili per qualifica e gara.

I risultati del venerdì vanno presi con le pinze, ma i primi segnali sono promettenti. La sessione di qualifiche, su una pista su cui i sorpassi possono essere anche più complicati del solito, sarà dunque fondamentale.

Kimi Räikkönen

“È bello tornare a guidare al Mugello, la pista dove ho debuttato in F1, 20 anni fa. Sicuramente il mio collo si sente molto meglio ora rispetto alla fine del mio primo giorno di test! Ho provato lo stesso feeling in pista, non è molto diversa ad eccezione di alcuni cordoli. È un circuito difficile, quindi trovare una configurazione può essere impegnativo, soprattutto se si è qui per la prima volta, senza dati da utilizzare come riferimento. È un layout piuttosto unico per molti versi e necessita di un approccio diverso, motivo per cui dobbiamo continuare a lavorare sulla configurazione della monoposto. Sono sempre molti i parametri su cui si potrebbe migliorare, ma oggi il passo sembrava promettente.”

Antonio Giovinazzi

“È bello essere di nuovo in pista in Italia e vedere alcuni tifosi sugli spalti. Ci sono mancati gli spettatori e speriamo che domenica guardino una bella gara. La pista del Mugello è fantastica, soprattutto con le moderne vetture di Formula Uno. La Ho avito un buon feeling con la macchina, sia in qualifica che in assetto di gara, siamo soddisfatti. Sfortunatamente ho commesso un piccolo errore durante il mio giro veloce nelle FP2. Penso che possiamo ancora migliorare e arrivare in Q2 è l’obiettivo. Abbiamo già visto che sorpassare è piuttosto difficile, quindi sarà fondamentale qualificarsi il più in alto possibile, fare una buona partenza e costruire una buona gara.”

Seguici anche su Twitter

WEC | 24 Ore di Le Mans – Gli orari e dove poter seguire la gara

Simona D.

Studentessa di lingue appassionata di motori che spera, un giorno, di poter trasformare la sua passione nella sua professione.