F1 | GP Mugello – Gara dolceamara per Renault, Abiteboul: “È bello essere delusi di un quarto posto”

Ocon ritirato, Ricciardo appena fuori dal podio: il GP del Mugello ha confermato la bontà del progetto Renault, ma forse si poteva ottenere di più.

gp mugello renault

Il primo storico GP del Mugello di Formula 1 ha regalato ai tifosi una gara pazza, infinita ed imprevedibile. Nel GP toscano, tra le colline del Mugello, la Renault è andata nuovamente vicino ad un podio che manca da troppo tempo. L’ultimo pilota del team transalpino a terminare un Gran Premio di F1 tra i primi tre fu Nick Heidfeld in Malesia nel 2011.

Un digiuno di 9 anni che stava per essere interrotto proprio al Mugello: il grande GP di Daniel Ricciardo stava per regalare alla Renault il tanto agognato podio. Il sogno è stato infranto però dalla Red Bull di Albon, dimostratasi più concreta nel finale di gara.

Alla Renault rimane un ottimo quarto posto, che conferma quanto il team sia migliorato dall’anno scorso, e un ritiro per Ocon. Il francese ex Force India non è stato schierato alla ripartenza dopo la prima bandiera rossa per un problema ai freni.

Le parole di Daniel Ricciardo, partito ottavo, giunto quarto alla bandiera a scacchi.

“Sono davvero contento della gara di oggi – esordisce l’australiano – siamo stati di nuovo così vicini al podio. È stata una giornata lunga condita da tanti incidenti, ma l’importante è che tutti stiano bene”.

“Verso la fine della gara sembrava che il podio potesse essere a portata di mano, è un peccato arrivarci vicinissimi e non ottenerlo“, continua l’ex pilota della Red Bull.

Ricciardo parla anche delle ripartenze: “Sono state buone, alla terza partenza da fermo siamo riusciti a prendere Albon e Bottas, ma erano troppo veloci per resistere. Fa male non aver raggiunto il podio, ma P4 è un grande risultato“.

Esteban Ocon, partito decimo e ritiratosi ha parlato così dopo la gara.

“Abbiamo avuto un problema di surriscaldamento ai freni, dice il francese. “Questa è stata la causa del nostro ritiro. Durante la Safety Car i freni posteriori erano in fiamme e hanno causato danni alla parte posteriore della vettura e non siamo riusciti a rimontare la macchina per la ripartenza”.

“All’inizio – continua Ocon – eravamo in una buona posizione, ma per evitare un incidente ho perso un paio di posizioni”.

Sentivo di avere il ritmo per ottenere punti pesanti e sembrava una bella gara da correre. Quest’anno sta diventando piuttosto imprevedibile. Questo è interessante e ci sono più opportunità per fare grandi risultati”, conclude Esteban Ocon.

Le dichiarazioni di Cyril Abiteboul dopo il Gran Premio toscano

“Dopo il turbinio di emozioni da venerdì, è bello essere delusi di un quarto posto!, esordisce il team principal della scuderia transalpina.

“Abbiamo creduto in quel podio e la squadra probabilmente se lo sarebbe meritato, ma Albon ha avuto un passo migliore dopo l’ultima partenza”.

“È stata una gara ricca di eventi – dice il francese – ma credo che abbiamo agito al meglio. Daniel ha fatto una grande gara; l’unico rammarico è aver concluso con una sola vettura al traguardo”.

Sul ritiro di Ocon: “Esteban si è ritirato per un problema di surriscaldamento ai freni, ma la causa principale dovrà essere indagata“.

“Non dovremmo mai dare nulla di scontato, pensavamo di faticare al Mugello e invece, anche in questo GP, siamo riusciti ad andare bene”, continua il boss della Renault.

“Continuiamo a spingere e ad aggiornare la monoposto. In conclusione – dice Abiteboul – è stato bellissimo venire qui, il Mugello è una grande pista per piloti e macchine!

 

Seguici anche su Instagram

 

F1 | GP Mugello 2020 – Classifica piloti e team [Round 9/17]

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.