F1| GP Olanda- Ralf Schumacher: “Mazepin non merita un posto in F1”

L’ex pilota di F1, Ralf Schumacher, commentatore per Sky Germania, è intervenuto a commentare la manovra di Nikita Mazepin, che nei primi giri del Gran Premio d’Olanda ha danneggiato la monoposto di Mick Schumacher.

Ralf Schumacher Mazepin
Credits Ralf Schumacher Instagram

 

Anche in Olanda, i due compagni di squadra alla Haas, Nikita Mazepin e Mick Schumacher, hanno duellato in pista e ancora una volta Ralf Schumacher interviene in difesa del nipote.

Durante le qualifiche del Gran Premio di Olanda, Mick Schumacher ha superato Mazepin, dopo aver chiesto l’autorizzazione al team. Secondo Mazepin, Mick non poteva fare quella manovra. Infatti, il regolamento interno alla Haas prevede che i piloti si alternino ad ogni qualifica ad uscire per primi e rimanere davanti al compagno di squadra.

Durante i primi giri della gara, i due piloti Haas si sono trovati a battagliare per la posizione al termine del primo giro a Zandvoort. Mazepin si è reso protagonista di una manovra di difesa molto aggressiva che ha portato al contatto tra le due monoposto. Mick è rientrato ai box per sostituire l’ala anteriore danneggiata.

A fine gara, Steiner ha dichiarato che intende risolvere il problema, parlando con entrambi, in modo che non ri ripeta in futuro.

Mick non ha voluto commentare la manovra di Mazepin. Il russo invece sabato, dopo le qualifiche, aveva criticato aspramente il compagno di squadra.

Sulla questione è intervenuto Ralf Schumacher, commentatore di Sky Germania, e zio di Mick.

Ralf Schumacher ritiene che la manovra di Mazepin nel primo giro del GP di Olanda fosse intenzionale e molto pericolosa: ”Mick era in una posizione perfetta per sorpassare. Mazepin si è spostato, ha rallentato per ostacolare Mick. L’ala anteriore di Mick è rimasta danneggiata. Tali azioni ad alta velocità sono pericolose per la vita.”

Per Ralf Schumacher, Mazepin non merita il posto in Formula 1 e Steiner dovrebbe intervenire per il bene del Team: “Con manovre del genere, Nikita non ha posto in F1. I rischi che sta correndo non vanno di pari passo con il suo talento. Sembra sopraffatto e frustrato. Gunther Steiner deve intervenire ora e con urgenza. Anche se i soldi sono necessari, questo non può essere il prezzo per mettere in pericolo la tua squadra”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.