F1 | GP Olanda – Sintesi PL3: Verstappen on fire, incidente per Sainz

Terminata anche l’ultima sessione di prove libere. In queste PL3 del GP d’Olanda si è visto uno scatenato Max Verstappen, capace di rifilare oltre mezzo secondo alle Mercedes in seconda e terza posizione. Leclerc 9°, incidente per Sainz, da valutare i danni

GP Olanda PL3

Primi 30 minuti

Si accende il semaforo verde, iniziano le PL3 del GP d’Olanda, iniziano gli ultimi 60 minuti di prove libere. E’ Robert Kubica il primo pilota che scende in pista; il polacco sostituirà nel weekend Kimi Raikkonen, risultato positivo al Covid-19. In pista c’è anche Lewis Hamilton, il quale  ha avuto un’anomalia al sistema di lubrificazione. Un fattore che ha portato un calo di potenza nella sua W12 nella seconda sessione di libere. Il 7 volte campione del Mondo fa segnare un 1:12.010, alle sue spalle ci sono Ricciardo, le due Haas, Kubica e Tsunoda; i tempi sono ancora alti.

Dopo 10 minuti Lando Norris completa il suo giro in 1:12.134 (gomme medie) portandosi in seconda posizione, dietro Lewis Hamilton. Mentre Giovinazzi sale in P4, Alonso si porta in testa scendendo sotto il muro dell’1:12, confermando il buon ritmo dell’Alpine. Escono dalla pit-lane anche le due Ferrari, sessione che inizia a movimentarsi con la pista che inizia ad essere più trafficata. Le Rosse volano in prima e seconda posizione, con Leclerc che si mette a dettare il passo. Poco dopo Alonso fa segnare un 1:11.705 e si rimette davanti a tutti, mentre Norris si inserisce nel panino Ferrari.

Intanto Vettel finisce nella ghiaia in uscita di curva 10. Nulla di problematico per il tedesco, a differenza di Sainz che finisce nel muro in curva 3. Brutta botta per il #55 della Ferrari, il quale ha perso la sua SF21 nel momento in cui è andato col piede sull’acceleratore. Da valutare i danni ed eventuali penalità.

Credit: F1.com

Incidente che porta alla bandiera rossa, sessione sospesa con il cronometro che scorre. Prima mezz’ora andata, questa la top10: GP Olanda PL2


Leggi anche: F3 | GP Olanda – Leclerc domina dopo una grande partenza, spettacolo Hauger


Ultimi 30 minuti

Bandiera verde, a 28 minuti dal termine la sessione riprende. Scende in pista anche Max Verstappen, accompagnato dal boato del pubblico. Con gomme medie l’olandese effettua la miglior prestazione (1:11.225), ma dopo qualche secondo Bottas migliora il tempo di soli 8 millesimi, con gomma soft. Verstappen non ci sta e al giro successivo rifila mezzo secondo al finlandese e si mette a dettare il passo. Norris in seconda posizione.

1:10.670 per Fernando Alonso, miglior prestazione con un primo settore stratosferico; il compagno Ocon sale in P4, a mezzo secondo dallo spagnolo. Intanto Norris finisce anche lui, dopo Vettel, nella ghiaia in curva 9. Pista old-style che sta mettendo a dura prova i piloti. Russell porta la sua Williams in P6, mentre Leclerc torna in pista con gomma soft, così come i due Mercedes. Il monegasco si porta P4, Bottas invece alza l’asticella e si mette davanti a tutti. Hamilton dietro di lui per siglare l’1-2 Mercedes, attendendo la risposta di Verstappen.

L’olandese suona la campana ed effettua praticamente un giro perfetto (1:09.623): mezzo secondo rifilato a Bottas, 7 decimi ad Hamilton. Il compagno Sergio Perez sale in P4. Un’ultima sessione molto intensa nel finale, con il trio davanti che è di un’altra categoria (in particolar modo Verstappen), mentre la lotta è serratissima per la 4a posizione. Altra escursione in ghiaia nel finale, protagonista questa volta Mick Shumacher.

Credit: F1.com

Bandiera a scacchi esposta, terminano qui le PL3 del GP d’Olanda con Max Verstappen che detta legge davanti ai suoi tifosi. Seconda e terza posizione per le Mercedes. Questa la classifica completa:

Credit: F1.com

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Michele Guacci

Classe 2003. Studente al liceo scientifico e appassionato di F1 sin dall'infanzia