F1 | GP Portogallo – Anteprima Brembo: la prima volta sul circuito di Portimao

Analizziamo il circuito del GP del Portogallo, classificato da Brembo come mediamente impegnativo per gli impianti frenanti. GP Portogallo Anteprima Brembo

GP Spagna Anteprima Brembo
Foto: Brembo

Per la prima volta il circus della Formula 1 corre a Portimao, nel GP del Portogallo. Sul circuito dell’Algarve solamente alcuni piloti hanno avuto l’opportunità di girare nella categoria della GP2. GP Portogallo Anteprima Brembo

GP Portogallo Anteprima Brembo
Il circuito del GP del Portogallo [Credits: Brembo]
Il circuito è lungo 4653 metri ed è caratterizzato da frequenti dislivelli, che possono rappresentare una criticità per l’aderenza, ma non sono un pericolo per gli impianti frenanti.
Le curve sono 15 in totale, ma solo in 3 di esse i freni vengono utilizzati per più di 2 secondi. I freni sono impiegati in 7 curve, per un totale di circa 14 secondi ogni giro (pari al 17% del tempo totale), un secondo in meno rispetto a Barcellona (più lunga di solo 2 metri, ma con una frenata in più).

La pista è classificata come mediamente impegnativa ed è tra le meno stressanti per gli impianti frenanti, prendendo in esame gli ultimi Gran Premi disputati.

Le frenate

Frenate Gp del Portogallo
Le frenate del GP del Portogallo [Credits: Brembo]
Il tracciato è caratterizzato da 7 frenate di cui 2 altamente impegnative, 4 di intensità media e una light.
Solo una frenata è sotto i 3g e tutte le altre presentano una decelerazione compresa tra 3 e 5,1g.

La frenata più impegnativa è quella di curva 5. Qui le vetture passano da 318 km/h a 84 km/h in 2,72 secondi e 122 metri. Il carico sul pedale del freno arriva a 135 kg e la decelerazione è pari a 5,1g. La potenza dissipata è pari a 2468 kW.

L’altra frenata altamente impegnativa è quella di curva 1. Qui le vetture arrivano a 343 km/h dopo il rettilineo e frenano fino a 205 km/h in 1,22 secondi. La decelerazione è pari a 4,7 g e il carico massimo sul pedale del freno è di 117 kg.

L’unica altra frenata che supera i 4g di decelerazione è quella di curva 3. Le monoposto passano da 277 km/h a 89 km/h in 108 metri. La potenza dissipata supera i 1550 kW.

Dati e immagini forniti da Brembo.

Seguici sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

F1 | GP Portogallo – Anteprima Pirelli: tracciato impegnativo e temperature elevate, tante incognite per i piloti