F1 | GP Portogallo – Anteprima McLaren, Norris: “Lotta serrata, dobbiamo sfruttare ogni singola occasione se vogliamo arrivare in alto”

Dopo un ottimo risultato a Imola, McLaren è pronta a lottare anche al GP del Portogallo: secondo Norris, lo scontro per raggiungere le prime posizioni sarà molto duro. Il team, infatti, dovrà sfruttare ogni singola occasione per puntare in alto.

GP Portogallo McLaren
credits: McLaren F1 media

“La lotta è molto serrata, secondo me dobbiamo sfruttare ogni singola occasione e trasformarla in vantaggio per noi“: questo il commento di Lando Norris, terzo durante il GP di Imola, riguardo le aspettative di McLaren per il weekend in Portogallo. A Woking sanno bene che sarà molto dura quest’anno raggiungere le prime tre posizioni in classifica, con una Ferrari che sembra essersi ritrovata dopo un terribile 2020. Più volte i piloti e lo stesso Seidl hanno affermato che sarà duello McLaren-Ferrari fino all’ultimo per ottenere il terzo posto nella classifica costruttori. Per quanto abbiamo visto a Imola, anche a Portimao ci attende una gara entusiasmante, con McLaren che, a vederla tutta, non era nemmeno poi così distante da Mercedes e RedBull.

Lando Norris.

Essere sul podio per la seconda volta in Formula 1 è stata una sensazione incredibile, ma non avrei potuto farcela senza il team. Tutti in pista e in fabbrica continuano a lavorare per darci la possibilità di arrivare a podio ogni weekend. Il risultato ottenuto, mostra i progressi che stiamo facendo per competere con i primi in griglia, ma sappiamo che non tutte le gare saranno a nostro favore. Dobbiamo solo tenere la testa bassa e cercare di migliorare in tutti i settori per trovare quel decimo in più che possa darci un vantaggio contro una forte concorrenza. Penso che Imola ci abbia davvero dimostrato che dobbiamo provare a trasformare ogni opportunità in un vantaggio con una lotta così serrata. Sono contento di poter tornare in Portogallo questo fine settimana perché era un circuito che ha aggiunto qualcosa di diverso al calendario dello scorso anno. Un circuito molto complicato, con curve ceche e saliscendi. L’anno scorso tutti avevano problemi di aderenza e la pista è stata recentemente riasfaltata, quindi sarà interessante vedere come si comporterà questo fine settimana. Speriamo che questa volta saremo in grado di spingere la macchina un po ‘di più“.


Leggi anche

F1 | Ufficiale: la FIA approva le qualifiche sprint. Ecco tutti i dettagli


Daniel Ricciardo

“Il prossimo circuito è Portimão e non vedo l’ora di tornare in macchina. Correre lì è molto divertente, con la pista che ha alcuni elementi unici che non vedi in ogni gara del calendario. C’è una buona combinazione di curve ad alta e bassa velocità con vari saliscendi che la rendono una sfida entusiasmante. Uscendo da alcune curve, puoi davvero sentire un tuffo allo stomaco a causa dei ripidi cambiamenti di pendenza. Questo fine settimana, voglio continuare a costruire sui progressi che abbiamo fatto nelle prime due gare e mettere in pratica ciò che abbiamo imparato a Imola. Abbiamo sicuramente iniziato la stagione con il piede giusto, segnando buoni punti per il Campionato Costruttori, quindi non posso essere troppo deluso su questo fronte. Ci sono alcuni elementi con cui sto ancora cercando di fare i conti e con i quali migliorerò solo con il tempo. Vedere Lando salire sul podio ha mostrato il potenziale della vettura, il che è super motivante“.

Andreas Seidl

“Imola ha confermato ancora una volta il passo in avanti che abbiamo fatto come squadra, il che è incoraggiante da vedere. Entrambi i piloti stanno facendo un buon lavoro in pista e hanno ottenuto punti importanti per il Campionato Costruttori nelle prime due gare. È importante mantenere alto lo slancio positivo e l’energia. C’è ancora molto lavoro da fare mentre cerchiamo di continuare a spingere e sviluppare aggiornamenti che sono in cantiere. Dobbiamo anche continuare a massimizzare tutte le opportunità che si presentano e prendere le giuste decisioni per rimanere in lotta“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.