F1 | GP Portogallo – Hamilton: “Pole Position veramente difficile. Circuito duro e puro”

Pole Position numero 97 in carriera per Lewis Hamilton e numero 9 in stagione, forse la più difficile di tutte a detta sua. “Pole veramente dura su un circuito difficilissimo.”

Credits Sutton-images

Altra giornata da ricordare per il 6 volte campione del mondo Lewis Hamilton che conquista la Pole 97 in carriera qui nel GP di Portogallo e lo fa in grande stile. Una delle qualifiche più sudate delle ultime 2 stagione per il britannico, complice anche un circuito molto impegnativo come quello portoghese. “Circuito duro e puro, trovare il ritmo qui è difficilissimo.”

Un Hamilton che esprime la sua gioia, ai microfoni di David Coulthard nel poter finalmente festeggiare davanti ad un buon numero di tifosi una delle Pole difficile. “Una sensazione fantastica poter festeggiare davanti ai tifosi, ho visto alcune bandiere britanniche lungo la pista, è veramente bellissimo.” 

“Pole Position molto difficile.”

Una Pole che però è stata tutt’altro che facile ha commentato il pilota inglese. “Avevamo una grande macchina, ma c’è stato tanto da fare a livello di guida per mettere insieme i giri. Valtteri è stato veloce in tutte le sessioni ed è sempre stato davanti e ho cercato di spingere sempre di più per prendere quei decimi che mancavano. Ho deciso di fare 3 giri in Q3 per avere la possibilità di migliorarmi ulteriormente e battere il suo tempo. Lui ha optato per il giro secco e per fortuna ha funzionato la mia strategia e sono riuscito a migliorarmi.”

Scelta strategica quella del giro in più proposta dal team ad entrambi al quale ha puntato però solo Hamilton. “Si il team ci ha chiesto quale gomma preferivamo, abbiamo scelto entrambi le media ma io ho optato per fare più di un giro diversamente da Valtteri. Le gomme medie sono molto difficili da far lavorare, perché sono molto dure ed è difficile portarle a temperatura, ecco perché ho voluto fare un giro in più nel caso il primo giro non bastasse ed alla fine ha funzionato.”

“Uno dei circuiti più impegnativi sul quale abbia mai guidato.”

Un circuito veramente impegnativo dal punto di vista della guida quello del GP di Portogallo come abbiamo visto e come conferma anche Lewis Hamilton. “Un circuito davvero duro e puro, perché in alcuni punti non riesci neanche a vedere da che parte vai, devi guardare il cielo per regolarti. I punti di riferimento per la frenata sono difficili da trovare, è davvero uno dei circuiti più impegnativi sul quale abbia mai guidato. Anche l’asfalto è strano, ogni pista a il suo tipo di asfalto, qui è molto liscio che fa funzionare le gomme in modo molto diverso da Barcellona per esempio. Questo ha reso il tutto molto impegnativo, sia per le gomme posteriori che anteriori. Anche perché a volte hanno reazioni diverse da una sessione all’altra. Oggi è andata meglio rispetto gli altri giorni per me ed è anche merito del team che continua a migliorare.”

Altra Pole che cercherà dunque di concretizzare domani in gara Hamilton per avvicinarsi sempre di più al 7° titolo mondiale ed agguantare Schumacher.

Seguici anche su Instagram

F1 | GP Portogallo – Leclerc dopo le qualifiche: “Stiamo andando nella giusta direzione con gli aggiornamenti”