F1 | GP Portogallo, la gara della Racing Point – Perez, che rimonta! Da ultimo a 7°: “Sono orgoglioso”

Sergio Perez dà vita ad una grandiosa rimonta dopo il contatto al primo giro con Max Verstappen. Il messicano votato dai fan come Driver of the Day. GP Portogallo Racing Point. GP Portogallo Racing Point.

GP Portogallo Racing Point
Credit: twitter BWT Racing Point F1 Team

Può un pilota come Sergio Perez trovarsi ancora senza un volante per il 2021? E’ la domanda che praticamente tutti, tra addetti ai lavori e semplici appassionati, si stanno facendo dal giorno dell’annuncio del suo addio alla Racing Point. E’ la domanda che riecheggerà ancor di più dopo la prestazione che il messicano ha sfoderato nel GP del Portogallo. GP Portogallo Racing Point.

Perez è scattato bene dalla quinta piazza ed ha subito messo le ruote davanti alla Ferrari di Leclerc, ingaggiando un duello con Max Verstappen per la terza posizione. Ma alla quarta curva, i due sono venuti a contatto ed a farne le spese è stato proprio il messicano che è finito in testacoda ed è dovuto tornare ai box per una foratura.

Si è così ritrovato in fondo al gruppo. Un qualcosa che avrebbe tramortito chiunque. Non Sergio Perez, che ha sfruttato la situazione a suo vantaggio. Con il pit stop ha potuto sbarazzarsi delle gomme soft per montare le medie, le uniche che realmente funzionavano sul circuito dell’Algarve.

Da lì ha iniziato una rimonta sensazionale che lo ha condotto fino al quinto posto, quando nel corso del giro 34 ha portato a termine un bellissimo sorpasso all’esterno su Esteban Ocon. Al 45° giro ha effettuato la seconda sosta, mantenendo comunque la posizione.

Tornando alle soft, il messicano è andato nuovamente in sofferenza, subendo il recupero dei piloti che lo seguivano. Ha resistito strenuamente agli attacchi Pierre Gasly, ma proprio al penultimo giro il francese dell’AlphaTauri ha avuto la meglio ed all’ultima tornata, Perez ha dovuto subire anche il sorpasso di Carlos Sainz, tagliando il traguardo al settimo posto.

Ma i due sorpassi subiti nel finale non mutano il giudizio sulla sua gara. Grandiosa la sua corsa, tanto che i fan lo hanno votato pilota di giornata. Magari nella speranza di dare un contributo affinché il messicano trovi un sedile nel 2021. Grazie ai suoi punti, la Racing Point conserva la terza piazza nella classifica costruttori con 2 punti di vantaggio sulla McLaren e sei sulla Renault.

La gara di Lance Stroll era invece cominciata bene. Nei primi giri, il giovane canadese aveva recuperato fino all’ottava posizione. La sua gara è però praticamente terminata al 18° giro, al momento del contatto con la McLaren di Lando Norris. La sua vettura ne è uscita danneggiata ed ha perso prestazione.

Stroll è stato giudicato colpevole dell’accaduto ed ha subito una penalità di 5 secondi. Ma non finisce qui, perché al canadese sono stati comminati altri 5 secondi per non aver rispettato ripetutamente i track limits. Al 51° giro si è così deciso di ritirare la vettura dal gran premio.

Sergio Perez

“Considerando come è iniziata la gara, il settimo posto è un ottimo risultato e possiamo essere orgogliosi della rimonta. Il contatto con Max [Verstappen] all’inizio è stato davvero sfortunato. Le Mercedes davanti erano in difficoltà con le medie e Max si stava avvicinando. Ho visto che Valtteri [Bottas] ha spinto Max largo e lui poi è rientrato in pista in modo troppo aggressivo provocando una collisione. La situazione è peggiorata a causa di una foratura e dal doversi fermare al primo giro. Ho dovuto guidare fino ai box anche con una forte vibrazione”.

“Abbiamo quindi svolto uno stint molto forte sulle medie, che ci ha riportato davanti, ma l’ultimo stint con le gomme morbide è stato difficile. Probabilmente ci mancava la piena conoscenza delle morbide, perché le sessioni di prove libere sono state interrotte, e non siamo stati in grado di salvaguardarci abbastanza dal graining nell’ultimo stint, quindi [Pierre] Gasly e [Carlos] Sainz sono riusciti a sorpassarmi alla fine. Tuttavia, sono alcuni punti importanti e abbiamo recuperato bene dall’ultimo posto dopo il primo giro. Non vedo l’ora di correre a Imola la prossima volta”.

Lance Stroll

F1 | GP Portogallo – La gara della Williams, Russell: “Mi sono sentito come Maldonado nel 2015 a Spielberg”

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari