F1 | GP Portogallo, secondo posto per Verstappen: “È mancato il passo”

Max Verstappen chiude in seconda posizione sul circuito di Portimao, posizionandosi tra Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

Portogallo secondo posto Verstappen
Max Verstappen – Red Bull Racing Honda Twitter

2-1, palla al centro. È guerra aperta tra Lewis Hamilton e Max Verstappen. È solo l’inizio, ma la sfida per il Mondiale è apertissima e si prospetta capace di regalare emozioni e battaglia fino all’ultimo minuto. Nel terzo appuntamento della stagione, durante il pomeriggio del Gran Premio del Portogallo, Max Verstappen conquista solamente il secondo posto piazzandosi tra le due Mercedes.  Portogallo secondo Verstappen

Al termine della gara, al microfono di Paul Di Resta, non pienamente soddisfatto della sua prestazione l’ha analizzata così: “È stata una gara discreta devo dire. Ho avuto una buona ripartenza” – menzione alla ripartenza dopo la safety car dei primi giri con un grande sorpasso nei confronti del #44 – poi ho cercato di mettere pressione a Valtteri [Bottas, ndr], però alla fine credo che ci mancasse un po’ il passo quest’oggi e quindi Lewis è riuscito a ripassarmi.”

“Dopo il pit stop credo che fosse davvero difficile riscaldare queste gomme e una volta che abbiamo conquistato il secondo posto abbiamo notato di nuovo che ci mancava il passo rispetto a loro [rispetto alle Mercedes, ndr] però comunque ho ottenuto la seconda posizione.

Leggi anche: F1 | GP Portogallo 2021, Sintesi Gara: Dominio di Hamilton, Leclerc 6°

Nuovamente i track limits protagonisti in negativo per il pilota olandese, che all’ultimo giro era riuscito a strappare il giro veloce conquistando il punto addizionale, toltogli dopo la bandiera a scacchi a causa dell’uscita da curva 14. Cambio d’umore immediato per Max: “Ah davvero? È dura, perché prima non controllavano i limiti della pista ma va bene.”,

“In generale è stato un weekend un po’ strano in termini di aderenza, non siamo riusciti a venire a capo della macchina qui, ma vedremo se settimana prossima a Barcellona ci riusciremo.” ha concluso il #33.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Sara Cigagna

Classe 2001, studentessa di Linguaggi dei Media presso l'Università Cattolica di Milano e aspirante giornalista innamorata della F1.