F1 | GP Qatar – Anteprima Ferrari, Leclerc: “Posso battere Norris, più importante però il terzo posto della squadra”

Alla vigilia del GP del Qatar, l’attenzione e la concentrazione di Leclerc sembrano rivolte verso la lotta di Ferrari contro McLaren per il terzo posto nella Classifica costruttori. Questo fine settimana, però, si correrà su una pista del tutto inedita: a detta del monegasco, non bisogna quindi abbassare la guardia.

Charles Leclerc, GP Qatar, Ferrari. Fonte: Sky Sport.

La Formula 1 ritorna con il suo terzo appuntamento consecutivo e si sposta di continente. Dal Brasile, si vola per la primissima volta in Qatar.

È su una pista del tutto inedita, quindi, che Ferrari riprenderà la sua lotta per il terzo posto nella Classifica costruttori contro McLaren.

Ci si aspetta tantissima azione sin dalle FP1, visto che i piloti hanno percorso il tracciato solo da simulatore.

Alla vigilia del GP del Qatar, Charles Leclerc si è così pronunciato: Mi aspetto un tracciato molto intenso da guidare, con tante curve ad alta velocità. Ho avuto modo di fare un giro in pista con la bici e il tracciato mi sembra molto interessante.

Avrò modo di fare altri giri ma sarà soltanto quando saliremo in macchina e cominceremo a prendere le misure, solo allora si potrà capire davvero com’è. Per entrare in piena sintonia con il tracciato credo occorreranno una quindicina di tornate, ma abbiamo tre sessioni di prove libere davanti a noi; quindi, il tempo credo non costituirà un problema per nessuno”.

Quanto alla lotta contro le due McLaren, il monegasco ha dichiarato: Bisogna continuare ad essere perfetti perché solo così possiamo massimizzare il potenziale della nostra vettura. Ci siamo riusciti nelle ultime due gare, ma guai ad abbassare la guardia”.

Charles poi non esclude la possibilità di superare Lando Norris e prendersi il quinto posto nella Classifica piloti.

Come pilota vuoi arrivare più in alto possibile e Lando è a soli tre punti da me. Anche qui, vale lo stesso discorso: se si fa tutto in maniera perfetta, sarà possibile lottare con lui.

Devo dire però che si tratta di una lotta che conta meno rispetto a quella per il terzo posto della squadra. In fin dei conti non festeggerò se arriverò quinto così come non piangerò se non riuscirò a sorpassare Norris in classifica.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Qatar – Track limits previsti in cinque curve