F1 | GP Russia 2020 – Prove Libere McLaren, Norris: “Ho dovuto prendere confidenza con le nuove componenti”

Il venerdì di prove libere del GP di Russia si chiude con un deciso salto in avanti per le due vetture arancioni del circus. Entrambe nelle prime 5 posizioni al termine delle FP2. Russia 2020 Libere McLaren

Russia 2020 Libere McLaren
Credits: McLaren

Il venerdì di Prove libere in vista del GP della Russia vede un notevole salto in avanti da parte dei piloti della storica casa automobilistica inglese che, dopo una prima sessione da dimenticare, chiudono alla grande nel pomeriggio, Sainz, grazie ai meccanici, passa dall’aver distrutto l’ala posteriore nelle FP1 alla P4 nelle FP2. Bene anche il lavoro di Lando che, nonostante abbia faticato nel trovare il giusto feeling con la monoposto nelle prime fasi, conquista nelle FP2 una grandissima P5 in vista delle qualifiche di domani. Russia 2020 Libere McLaren

Lando Norris, nel post prove libere, sottolinea la complessità del setup per girare forte su questa pista: Russia 2020 Libere McLaren

“Giornata difficile. La FP1 non è andata bene. Ovviamente, abbiamo un paio di nuove componenti sulla macchina; molte delle quali solo aerodinamiche e ho cercato di capire come andavano in pista. Ci sono state molte interruzioni, quindi la FP1 è stata un po’ confusa e povera di giri utili. Abbiamo provato a rimediare nelle FP2 e penso che siamo davvero migliorati. Mi sono sentito un po’ più a mio agio con la macchina, abbiamo fatto dei progressi con il set-up e sono fiducioso per domani. Abbiamo ancora del lavoro da fare se vogliamo essere competitivi come i nostri rivali. Nel complesso però, una giornata difficile ma sono ragionevolmente felice. “

Carlos Sainz parla così del suo venerdì in terra russa dopo l’incidente delle FP1:

“Nonostante abbia perso gran parte delle FP1, penso che sia stato un venerdì produttivo con un intenso programma svolto nel pomeriggio. Devo solo dire grazie ai meccanici per aver riparato la vettura in tempo e avermi permesso di spingere forte nelle FP2. Abbiamo completato i test di cui avevamo bisogno e il bilanciamento della macchina sembra davvero ottimale; il che è un buon segno dopo le nostre fatiche al Mugello. Sembra che siamo di nuovo competitivi, ma dovremo aspettare almeno fino a domani per vedere di cosa siamo realmente in grado.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | UFFICIALE: Stefano Domenicali è il nuovo CEO della Formula 1: “Sono sempre rimasto in contatto con il circus”

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.