F1 | GP Russia 2021 – Anteprima Pirelli, si torna in terra Russa

La F1 sbarca in Russia su uno dei circuiti più discussi presenti nel calendario della stagione. Scopriamo insieme come Pirelli ha deciso di affrontare questo tracciato. Russia 2021 Anteprima Pirelli

Russia 2021 Anteprima Pirelli
Credits: @pirellisport

La scelta fatta da Pirelli per la prima gara dopo il triplo appuntamento post estate vede C3 come mescola duraC4 come media e C5 come soft. QUesta scelta è dipesa dai valori mediamente elevati di stress a cui gli pneumatici sono soggetti su questa pista. Russia 2021 Anteprima Pirelli

Le caratteristiche del tracciato: Russia 2021 Anteprima Pirelli

Credits: @pirellisport

Le curve che racchiudono l’ex  Parco Olimpico di Sochi sono nel complesso medio-lente, alcune addirittura con un rateo di sterzata di 90 gradi. In generale, il circuito pone l’attenzione sulla trazione e sulla frenata. La curva più impegnativa è la 3, una svolta a sinistra  che ricorda in qualche modo la famosa curva 8 di Istanbul in Turchia.

A seguito dei rettilinei piuttosto lunghi, a Sochi i team tendono ad utilizzare un assetto a carico aerodinamico medio-basso, cosa che pone ancor più l’accento sul grip meccanico dei pneumatici.
La pista non è molto utilizzata durante l’anno, quindi all’inizio del weekend è tipico per i piloti avvertire poco grip. Questo, a volte, può portare i pneumatici a scivolare sull’asfalto, specialmente durante le sessioni di prove libere del venerdì. Come nel caso dello scorso anno, il graining di solito si riduce di molto tra le prove libere e la gara, grazie all’evoluzione della pista.

Quella della Russia è tradizionalmente una gara a una sosta, come è successo per la maggior parte dei piloti anche l’anno scorso. I primi due classificati hanno utilizzato una strategia medium-hard ma c’è stata una grande varietà di scelte tattiche: alcuni piloti sono partiti con la soft e altri tre hanno utilizzato tutte le mescole effettuando due soste.

Informazioni tecniche:

Pressioni minime alla partenza: 22.0 psi (ant.) | 20.0 psi (post)
Camber massimo: -3.25° (ant) | -2.00° (post)

Mario Isola, Responsabile F1 e Car Racing:  Stiria 2021 Anteprima Pirelli

“Negli anni passati abbiamo assistito ad una bella varietà di strategie, con tutte e tre le mescole sulla griglia di partenza e diverse tattiche attuate durante il gran premio. L’anno scorso, la soft C5 ha ottenuto risultati migliori del previsto e i livelli di graining di tutte le mescole si sono gradualmente ridotti tra le prove libere e la gara, grazie all’elevata evoluzione della pista. È anche capitato che alcuni piloti passassero con largo anticipo alla mescola più dura tentando di usarla fino alla fine, ma l’anno scorso questo non è stato possibile perché negli anni l’asfalto è andato via via maturando e non è più liscio come un tempo. Grazie alla gomma che si depositerà con il succedersi delle numerose gare di questo weekend, l’evoluzione della pista e il grip dovrebbero essere ulteriormente migliorati”.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | Statistiche GP Russia – Dominio Mercedes in terra Russa: i numeri della gara

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.