F1 | GP Russia, amareggiati in Alpha Tauri – Gasly: “Punti importanti, ma potevamo fare di più”

Conclusosi il GP di Russia, in casa Alpha Tauri si dicono più o meno soddisfatti. La sensazione che anima i box è una: si poteva fare di più.

GP Russia 2020, Pierre Gasly. Fonte: Scuderia Alpha Tauri on Twitter.

L’Alpha Tauri ha guadagnato punti importantissimi durante il Gran Premio di Russia. Nel post-gara, Daniil Kvyat e Pierre Gasly si dicono più o meno soddisfatti.

I piloti hanno rispettivamente conquistato l’ottavo e il nono posto.

E Daniil Kvyat è riuscito nell’impresa di sovrastare il proprio compagno di squadra durante il Gran Premio di casa.

Il russo ha dichiarato: “Sono molto contento, il mio Gran Premio di casa non poteva andare meglio. È stata una gara difficile, ho dovuto spingere parecchio affinché la strategia funzionasse. Ma è il tipo di gara che mi piace. Quando ho visto Hamilton dietro di me e sono riuscito a tenerlo dietro per un paio di giri, ho pensato che il nostro ritmo fosse incredibile. Stamattina ero fiducioso che avremmo potuto fare una buona gara, perché di solito sono abbastanza forte la domenica. Potevo esercitare maggiore pressione su Ocon e costringerlo a un errore. La P7 era davvero alla nostra portata, siamo stati più veloci ma è difficile superare con queste moderne monoposto. La macchina c’è, il ritmo anche, dobbiamo continuare a spingere”.

Sperava in un risultato migliore il vincitore di Monza: “Non è stata una gara facile per noi. Sono partito bene e stavo combattendo per la P7, ma poi abbiamo perso un bel po’ di tempo a metà gara, quando ho lottato con Alex e Kimi. Siamo stati superati da Charles, ma ero abbastanza veloce e stavo cercando di raggiungerlo. Se la Virtual Safety Car fosse durata di più, non avrei pagato così tanto durante la sosta. Ho cercato di recuperare al meglio, sono riuscito a superare qualche auto. Un po’ deluso perché la macchina c’era, avevamo un buon ritmo”.

Jonathan Eddolls, Capo ingegnere di gara, si è così pronunciato: “Siamo riusciti a progredire in gara, potevamo però fare di più. Pierre ha dovuto fermarsi prima di Daniil e ha ripreso la gara nel traffico. All’inizio, le gomme sembravano buone ma poi hanno subìto un forte calo. Verso la fine, c’è stata una Virtual Safety Car, ma è finita prima del previsto. Non gli abbiamo reso la vita facile, ma ha fatto un buon lavoro nel riguadagnare le due posizioni. Per quanto riguarda Daniil, la vettura ha mostrato un ritmo pazzesco, soprattutto nel primo stint. È un bene portare entrambe le vetture in zona punti. Ma abbiamo la sensazione che avremmo potuto ottenere di più”.

A concludere le dichiarazioni è Franz Tost, Team Principal: “È stato bello vedere le tribune piene in Russia, complimenti agli organizzatori. Credo oggi avremmo potuto ottenere di più. Alla partenza, Pierre aveva buon ritmo e ha lottato parecchio per la settima posizione, ma poi lo abbiamo fermato un po’ in ritardo ed è finito nel bel mezzo del traffico. Ottima strategia invece per Daniil. Purtroppo non è riuscito a superare Ocon. Speriamo di fare passi avanti in Germania”.  

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Russia 2020 – Trionfa Bottas, seguito da Verstappen ed Hamilon. Ecco i risultati