F1 | GP Russia: Analisi simulazione qualifica e passo gara

La Mercedes domina le prove libere del Gran Premio di Russia, alle spalle inseguono Red Bull e Ferrari. Analisi Passo gara GP Russia

Analisi Passo gara GP Russia
Foto: formula1.com (L.Hamilton n.44)

Un venerdì molto positivo per la Mercedes, che ha chiuso l’ultima sessione di prove libere davanti a tutti grazie ad un’incredibile prestazione nella simulazione di qualifica e nella simulazione di passo gara. Lewis Hamilton è stato il migliore in assoluto, sorprendente nella simulazione di passo gara sia con le gomme HyperSoft che con le gomme UltraSoft, ma Ferrari e Red Bull non sono molto attardate.

Simulazione qualifica

Nella simulazione qualifica la Mercedes ha ottenuto un tempo incredibile grazie a Lewis Hamilton, distanziando di 4 decimi la Red Bull di Verstappen e di un mezzo secondo abbondante la Ferrari di Vettel. La Force India si conferma la migliore degli “altri”, ma si deve guardare alle spalle dal ritorno della Toro Rosso che grazie ad una nuova specifica del motore Honda (la specifica “C”) è riuscita a piazzarsi a pochi millesimi dalla vettura “rosa”. Dietro molto bene Haas e Sauber che si confermano a centro gruppo ma con grandi aspettative per la gara, mentre in grande difficoltà  i due motorizzati Renault (Renault e McLaren) che accusano la rimonta della Toro Rosso.

Nel paddock si vocifera che la nuova Power Unit giapponese possa aver sorpassato il propulsore del colosso francese, cosa che renderebbe molto felice la Red Bull in vista del futuro 2019 ma non di certo nell’immediato presente. Nelle ultime posizioni spicca il nome di Sergey Sirotkin, eroe del weekend, che riesce a battere il proprio compagno di squadra.


Di seguito la classifica dei tempi combinati del venerdì:

1) Mercedes (Lewis Hamilton) 1:33.385 +/-

2) Red Bull (Max Verstappen) 1:33.827 +0.442s

3) Ferrari (Sebastian Vettel) 1:33.928 +0.543s

4) Force India (Sergio Perez) 1:35.122 +1.737s

5) Toro Rosso (Pierre Gasly) 1:35.137 +1.752s

6) Haas (Kevin Magnussen) 1:35.331 +1.946s

7) Renault (Carlos Sainz) 1:35.341 +1.956s

8) Sauber (Carles Leclerc) 1:35.432 +2.047s

9) McLaren (Fernando Alonso) 1:36.074 +2.689s

10) Williams (Sergey Sirotkin) 1:36.861 +3.476s

Foto: formula1.com (P.Gasly n.10)

Simulazione passo gara

Nella simulazione del passo gara la Mercedes è stata ancora una volta la migliore, ma con un vantaggio minore rispetto alla simulazione qualifica, soprattutto per la difficile interpretazione dei tempi di Red Bull e Ferrari. Hamilton durante la propria simulazione di passo gara ha provato prima le gomme UltraSoft e infine le gomme HyperSoft, questo potrebbe essere un indizio della possibile strategia in casa Mercedes. Il team tedesco potrebbe passare il taglio nel Q2 con la mescola “viola” per terminare il gran premio con delle HyperSoft nuove.

La Ferrari non è mai stata sui tempi della Mercedes, Vettel non è riuscito a far segnare dei tempi costanti per colpa del traffico e di un suo testacoda; Raikkonen invece, è stato protagonista di un ultimo stint con le Soft parecchio incoraggiante girando sull’1:38 alto ma parecchio distante con le gomme “rosa”. Molto meglio la Red Bull, che ha fatto segnare dei tempi costanti con entrambi i piloti, ma indecifrabili gli ultimi passaggi su gomma HyperSoft di Verstappen che girava su un costante 1:37 e facendo segnare il miglior tempo assoluto della simulazione qualifica con un 1:37.059; nettamente più veloce di Hamilton, ma visto i tempi dell’olandese nel primo stint questi tempi lasciano non pochi dubbi.

Di seguito la classifica del passo gara:

1) Mercedes 1:38.5

1) Red Bull +0.1s

3) Ferrari +0.5s

4) Force India +0.9s

5) Renault +1.2s

6) Toro Rosso +1.4s

7) Sauber +2.1s

7) McLaren +2.1s

9) Haas +2.6s

10) Williams +2.8s

WRC | Colpaccio Citroen: Ogier firma per due anni

Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. Poi. Dopo. 

F1 | GP Russia: Analisi simulazione qualifica e passo gara
Lascia un voto