F1 | GP Russia – Anteprima Brembo: attenzione alla curva di 180°

Dopo una settimana di pausa le monoposto tornano in pista per il GP di Russia: vediamo insieme i dati Brembo sulle frenate.

Brembo russia
Credits: @Brembo

La quindicesima tappa del mondiale di F1 si svolge sul circuito nel parco Olimpico dei giochi invernali di Sochi, in Russia, tracciato molto impegnativo per i freni Brembo. La pista russa ha ottenuto un indice di difficoltà di 4 su 5, stesso valore di Monza dove si è corso settimana scorsa. Su questo tracciato infatti ogni curva ha una decellerazione massima superiore ai 3g. Qui troviamo inoltre 1.7 km di strade solitamente aperte al pubblico: la potenza dissipata dai freni aumenta notevolmente durante il weekend.

Mappa tracciato GP Russia – Credits: @Brembo

Le frenate più impegnative, caratterizzate da decellerazioni superiori ai 5g, sono quelle di curva 2 e curva 13. Curva 2 è la più difficile, si passa da 336 km/h a 131 km/h in soli 109 metri con una decellerazione massima di 6.1g. Questa frenata è particolarmente delicata in quanto la successiva curva 3 è caratterrizzata da un angolo di ben 180°. Questa curva è la più lunga del mondiale con 650 metri di estensione.  Curva 13 è invece la frenata più lunga del circuito, qui i piloti restano sul freno per ben 2.4 secondi passando da 344 km/h a 112 km/h. La frenata più leggera è quella di curva 8, qui i piloti stanno sul freno per soli 0.97 secondi. In questa curva i piloti passano da 275 km/h a 199 km/h in 63 metri con una decellerazione massima di 3.1g.

Dati Brembo GP Russia

Dati frenate GP Russia – Credits: @Brembo

I piloti usano i freni in 10 delle 18 curve per un totale di circa 15 secondi, equivalenti al 17% del giro. Un tempo di utilizzo dei freni simile lo troviamo sul circuito del Messico, tracciato più corto di quello russo. Durante la gara ogni pilota applica un carico di 44 tonnellate sul freno. Delle 10 frenate 2 sono considerate impegantive, 5 di media intensita e le ultime 3 leggere.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Federico Martello

Vehicle Engineer student, Euroracing (Indy autonomous challenge) vehicle dynamics team member