F1 | GP Russia- anteprima Williams- Russell: “Non è un circuito adatto a noi”

La Williams ha in programma un denso programma per le prove libere di venerdì per prepararsi al meglio al Gran Premio di Russia. Dalla delusione del Mugello, Russell ha ricavato maggior motivazione, mentre Latifi si trova bene in questa pista, dove, in passato, ha ottenuto buoni risultati.

williams russia

Dopo aver sfiorato la zona punti al Mugello, il team Williams, dopo il recente cambio di proprietà, si prepara al decimo Gran Premio del Campionato 2020, che si correrà in Russia, a Sochi.

In questo circuito il team inglese negli anni passati non si è trovato benissimo, quest’anno ci arriva in condizioni migliori e ha preparato un denso programma per venerdì per provare diversi set up.

 George Russell

È stato deludente perdere quei punti al Mugello, punti che sentivo di meritare. Tuttavia, ha dato a me e al team una maggiore motivazione per andare là fuori e cercare di tirar fuori il meglio dalla macchina”.

La Russia è un circuito che sulla carta non ci si addice tanto quanto il Mugello, ma abbiamo imparato alcune cose con il set-up nelle ultime settimane che spero ci permetterà di essere più competitivi con i nostri rivali più vicini. Penso che tutti avranno goduto di una meritata settimana di riposo dopo un’intensa attività di 11 settimane, e saranno di nuovo pronti e combattere in Russia”.

Nicholas Latifi

Sono davvero entusiasta di andare a Sochi. È stato bello avere questa settimana e mezza di riposo dopo le ultime tre gare consecutive per analizzare tutto e vedere dove possiamo migliorare”.

Sochi è una pista che ho fatto abbastanza bene in passato in Formula 2. Sono sempre stato forte lì in passato.  La pista stessa ti dà un’atmosfera da pista di strada, che è unica in quanto non ci sono molti circuiti come questo sul calendario. Non vedo l’ora di correre il Gran Premio di Russia e speriamo di ottenere un buon risultato”.

 Dave Robson

Dopo l’emozione di una pista nuova ed emozionante in Toscana, torniamo ora su un terreno più familiare e la sfida molto diversa dell’Autodromo di Sochi. Abbiamo trascorso un ottimo weekend al Mugello ma siamo rimasti molto delusi di non essere andati a punti. Tuttavia, ci sono stati un sacco di aspetti positivi nell’ultimo fine settimana di gara e il nostro lavoro qui in Russia è quello di continuare il buon lavoro.

In passato abbiamo avuto problemi con le gomme su questo tracciato, tuttavia quest’anno Pirelli ha portato i loro composti più morbidi, e questo può rendere le cose più facili, oltre ad aprire una maggiore varietà di strategie per la gara”.
A differenza della posta al Mugello, non ci sono molte zone da percorrere ad alta velocità a Sochi, ma molte di curve a 90 gradi a bassa e media velocità. La FW43 non è particolarmente adatta a questo tipo di curva, ma abbiamo alcune idee per migliorare la vettura in questo senso e quindi avremo un venerdì molto impegnativo”.

I piloti e il team si sono goduti una breve pausa dalle gare, e ora siamo riposati e pronti a continuare la lotta mentre cerchiamo di migliorare la macchina”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Russia, McLaren guarda a Sochi ma riflette sul Mugello: “Quanto successo in Toscana non deve ripetersi”

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.