F1 | GP Russia, griglia di partenza – A Sochi si compie la restaurazione dei team storici

Le qualifiche del GP di Russia si sono decise proprio sotto la bandiera a scacchi e regalano una prima fila davvero inedita con Lando Norris e Carlos Sainz. Hamilton sbaglia ed è solo 4°. Leclerc e Verstappen dal fondo della griglia. GP Russia Griglia di partenza.

https://f1ingenerale.com/f1-gp-russia-qualifiche-super-sainz-secondo-sono-molto-contento-spero-di-superare-lando-in-partenza/
Lando Norris – Credit: twitter Pirelli Motorsport

Ci si attendeva un dominio delle Mercedes nelle qualifiche russe. Da quando si corre sulle rive del Mar Nero infatti è sempre stata una vettura della Stella a tre punte a passare per prima sotto la bandiera a scacchi. Lewis Hamilton e Valtteri Bottas hanno poi dominato le due sessioni di libere ed anche in Q1 e in Q2 sono stati facilmente davanti. Se a ciò si aggiunge che Max Verstappen sarà costretto a partire dal fondo della griglia, sembrava un gioco da ragazzi per le due frecce nere monopolizzare la prima fila. GP Russia Griglia di partenza.

Ed invece proprio negli ultimi minuti del Q3 la pista si è asciugata al punto da poter montare le gomme slick e ciò ha regalato una griglia di partenza a sorpresa. Il sabato di Sochi è stata la giornata delle prime volte. Prima pole position in carriera per Lando Norris, che diventa il quinto poleman più giovane di sempre, alle spalle di nomi come Vettel, Leclerc, Alonso e Verstappen. Per la McLaren è la prima partenza al palo dopo quasi nove anni, cioè quando Lewis Hamilton la fece sua nel GP del Brasile 2012, proprio alla sua ultima gara con il team di Woking.

Prima partenza in carriera dalla fila di apertura per Carlos Sainz, con una Ferrari in difficoltà con le gomme intermedie ma che poi si è rivitalizzata con quelle da asciutto. A completare il terzetto delle sorprese è George Russell, autore di un’altra straordinaria prestazione in qualifica e che prenderà il via dalla terza casella.

Dunque davanti a tutti scatteranno una McLaren, una Ferrari e una Williams. Un evento che non si verificava addirittura da 17 anni, dal GP del Brasile del 2004. Proprio nel Paese protagonista di una delle principali rivoluzioni della storia, i tre team più longevi e vincenti della Formula 1 si riprendono dunque il potere per un giorno.

Lewis Hamilton paga a caro prezzo l’errore commesso negli ultimi minuti del Q3, quando è finito a muro nella corsia box proprio mentre stava rientrando per montare gomme da asciutto. Partirà dalla quarta posizione accanto al suo futuro compagno  di squadra. Per il sette volte campione del mondo si tratta dell’ennesimo errore stagionale. Era davvero da tempo che non lo si vedeva sbagliare così tanto, probabilmente da quel 2016 in cui venne sconfitto da Nico Rosberg.

Fatto sta che quella di Sochi potrebbe essere la pista migliore da cui prendere il via dalla seconda fila. Infatti la strada dalla linea di partenza alla prima staccata è piuttosto lunga ed il campione inglese potrebbe così usufruire delle scie dei due piloti che scatteranno in prima fila.

Chi può fare un mezzo sorriso dopo la qualifica è proprio Max Verstappen. L’olandese, ormai rassegnato a prendere il via dall’ultima fila, può quantomeno consolarsi perché il suo rivale non ha sfruttato l’occasione. Sarà un’ultima fila più illustre che mai, perché accanto alla Red Bull #33 partirà la Ferrari di Charles Lelcerc.

La scuderia anglo-austriaca era dunque tutta nelle mani di Sergio Perez, ma il messicano ha nuovamente deluso le aspettative. Solo il nono tempo per lui. Buona qualifica per l’Alpine, che porta entrambe le vetture in Q3. Da segnalare soprattutto il sesto posto di Fernando Alonso.

Sessione deludente per l’AlphaTauri: entrambe le vetture di Faenza sono state eliminate nel Q2. Soprattutto Pierre Gasly lamenta un’errata scelta degli pneumatici che gli è costata l’accesso all’ultima sessione.

Il nostro Antonio Giovinazzi non è purtroppo riuscito a ripetere gli exploit di Zandvoort e Monza ed è stato eliminato addirittura nel Q1. Medesima sorte è toccata al suo compagno di squadra, Kimi Raikkonen, al rientro dopo due gare di stop causa positività al Covid-19.

GP Russia – Griglia di partenza

GP Russia Griglia di partenza
Credit: F1inGenerale

Nicholas Latifi, Charles Leclerc e Max Verstappen partiranno dal fondo della griglia per aver sostituito l’intera power unit.

Aggiornamento: la Mercedes ha deciso di montare la quarta power unit sulla monoposto di Valtteri Bottas. Il finlandese partirà dalla 17esima posizione, comunque davanti a Verstappen.

Aggiornamento: l’Alfa Romeo sostituisce il cambio sulla monoposto di Antonio Giovinazzi. Il pilota italiano perde una sola posizione e partirà dalla P16.

 

F1 | GP Russia – Qualifiche, super Sainz secondo: “Sono molto contento, spero di superare Lando in partenza”

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari