F1 | GP Russia – Hamilton commenta l’incidente in pitlane: “Ero preoccupato. Tutti fanno errori”

Al termine del venerdì del GP di Russia, Lewis Hamilton ha commentato l’incidente avuto in pitlane nelle FP2. Il pilota britannico aveva infatti fatto cadere uno dei suoi meccanici dopo che era arrivato leggermente lungo alla sosta ai box.

hamilton incidente pitlane russia
Foto: unknown

Nonostante un venerdì del GP di Russia più che positivo per la Mercedes, la giornata di Lewis Hamilton è stata segnata dall’incidente in pitlane durante le FP2. Il pilota britannico, nel rientrare ai box per una sosta, era finito leggermente lungo facendo cadere uno dei suoi meccanici.

Il sette volte campione del Mondo si è subito aperto in radio per sincerarsi delle condizioni del meccanico e scusandosi con la mano prima di ripartire. Fortunatamente l’incidente non ha avuto conseguenze, a differenza di quanto avvenne nel 2018 con Kimi Raikkonen. Il finlandese, durante il GP del Bahrain, aveva investito uno degli uomini Ferrari nel ripartire dal pit stop, causandogli la rottura di tibia e perone.


Leggi anche: F1 | GP Russia – Sainz tutto sommato contento: “Venerdì positivo. Dobbiamo lavorare sul passo”


Subito dopo l’incidente il numero 44 si era aperto subito in radio. “Ragazzi scusatemi davvero. Sta bene?”. “Si tutto ok, ha fatto segno con il pollice”, gli aveva risposto il suo ingegnere.

Lewis Hamilton ha sfruttato i suoi social per scusarsi pubblicamente per quanto successo. “Credo sia la prima volta che investo un meccanico in quattordici anni. Mi sono sentito il cuore in gola. Ero molto preoccupato. Fortunatamente sta bene ed è stato molto coraggioso nel rimanere davanti alla macchina nonostante fosse evidente che sarei finito lungo”, ha scritto il britannico. “Tutti commettiamo errori. Fa parte dello sport e l’importante è imparare dagli sbagli fatti.

Seguici anche su Instagram