F1 | GP Russia – Interviste piloti: Leclerc porta l’Alfa Sauber al settimo cielo

Dopo il GP di Russia l’Alfa Sauber porta a casa altri punti importanti grazie a Leclerc. Il monegasco, promesso Ferrari, riesce a mantenere la settima posizione in griglia conquistata in qualifica nonostante il ritorno delle due Red Bull, riuscendo a sopravanzare sia Magnussen che Ocon. Punti importanti che Ericsson non riesce a conquistare, concludendo la gara in tredicesima posizione, dopo esser scattato al via dalla decima posizione della griglia. 

Alfa Sauber al via – Foto F1

Interviste piloti Alfa Sauber

Le prestazioni dell’Alfa Sauber di quest’anno stanno sorprendendo tutti. Il team italo-elvetico, ad inizio anno, era destinato secondo i pareri di molti ad occupare stabilmente le ultime due posizioni in griglia. La realtà è però ben diversa e, soprattutto grazie a Leclerc, la velocità della monoposto sta impressionando: un outsider inaspettato per i team da centro classifica.

La gara di Sochi conferma il trend positivo: ottima qualifica e altrettanto buona gara, con Leclerc capace di superare la Force India di Ocon e la Haas di Magnussen.

Leclerc – Il talento monegasco si dice molto contento della gara disputata:

Sono veramente contento per il risultato di oggi. È stata una bella gara, con una buona strategia, la macchina è stata davvero buona da guidare. I sorpassi all’inizio della corsa sono stati al limite, ho fatto il massimo e ci hanno permesso di terminare la gara in settima posizione. Riuscire a raggiungere un risultato come questo per la prima volta in stagione è sorprendente, è una buona ricompensa per tutto il lavoro che abbiamo fatto di settimana in settimana. Sono felice di aver raccolto altri punti e non vedo l’ora di correre in Giappone.”

Sicuramente meno soddisfatto è invece Marcus Ericsson. Il pilota svedese, destinato a diventare terza guida del team per via dell’arrivo di Giovinazzi nel 2019, non riesce a tenere il passo chiudendo la gara in tredicesima posizione.

Ericsson – Foto F1

Ericsson – Visibilmente deluso lo svedese:

È stata una gara frustrante per me. La macchina e la guida erano buone, purtroppo sono rimasto bloccato dietro un’altra macchina per gran parte della gara senza superarla. Ho cercato di sorpassarla, ho lavorato duramente per provarci ma questo è un tracciato complicato per i sorpassi. Abbiamo provato a guadagnare un po’ di ritmo facendo un secondo pitstop e montando le gomme ultrasoft ma non ha funzionato. Attendo con ansia di tornare in macchina il prossimo weekend a Suzuka, una delle mie piste preferite, così da poter avere la possibilità di conquistare un buon risultato in Giappone.”

Weekend molto dolce con retrogusto amaro per la squadra italo-elvetica, decisamente più contenta che scoraggiata visti i pesanti punti ottenuti in Russia. Dopo la stagione 2016, l’accordo con Ferrari e Alfa Romeo sta dando i suoi frutti. Vasseur, team principal Alfa-Sauber si dice contento dei punti raccolti da Leclerc e della prova di sostanza (nonostante la tredicesima posizione) di Ericsson. Il prossimo weekend si correrà a Suzuka: le prestazioni della C37 stupiranno anche in Giappone?

F1 | GP Russia – Verstappen: “Risultato migliore delle aspettative”

F1 | GP Russia – Interviste piloti: Leclerc porta l’Alfa Sauber al settimo cielo
Lascia un voto

Leonardo Trillini

Studente di Scienze della Comunicazione (Comunicazione d'impresa) presso l'università di Macerata e grande appassionato di F1 sin da bambino.