F1 | GP Silverstone 2019 – Hamilton: “Il lavoro di Valtteri? Migliore del mio”

Dopo la qualifica del GP di Silverstone, Lewis Hamilton partirà dalla seconda posizione. L’unico ad averlo superato è stato il suo compagno di squadra, Valtteri Bottas di appena 6 millesimi. Sintesi qualifiche

GP Silverstone Hamilton
Lewis Hamilton – Foto: F1.com

Bella qualifica quella di Hamilton al GP di Silverstone. Bella sì, poteva andare meglio? Decisamente sì. Non bisogna dimenticare che il pilota inglese detiene il record per il maggior numero di pole position (6) al suo Gran Premio di casa. Essersi fatto battere dal suo compagno di squadra, benché di molto poco, non rientrava certamente nei piani. Durante le interviste post qualifica, Hamilton si è dimostrato soddisfatto, ecco le sue parole: “Innanzitutto, complimenti a Valtteri perché ha fatto un lavoro costante e solido per tutte le qualifiche, il mio non è stato abbastanza buono. Abbiamo lavorato tanto durante tutta la sessione però ci è mancato qualcosa, c’è sfuggita la via che dovevamo prendere. Forse ho sacrificato qualcosa nel Q2 e alla fine mi è mancato un po’ di ritmo. Ho fatto un errore nel primo tentativo, il secondo non è stato abbastanza buono, ma Valtteri ha fatto un lavoro migliore di me quindi giù il cappello per lui. Speriamo di poterlo battere domani, grazie anche all’aiuto di questo pubblico.”

Successivamente Lewis Hamilton ci ha tenuto a ringraziare i fan e a parlare dell’atmosfera che si respira a Silverstone.

Questo gran premio è qualcosa di più, è il migliore di tutto l’anno. Anche grazie all’energia che tutta questa gente mi da, questa pista è fantastica, un tracciato meraviglioso e tutto lo spazio attorno è fantastico. Però senza tuta questa gente che ti porta tutta questa energia, non sarebbe nulla. Ed è per questo che i migliori tifosi al mondo sono qui in Inghilterra.”

Durante la conferenza stampa gli è stato chiesto riguardo al piccolo errore che il pilota inglese ha commesso durante il primo tentativo del Q3, questa è stata la sua opinione: “Non si può tornare indietro, non importa. Congratulazioni a Valtteri per il lavoro che ha fatto e credo che nel complesso sia stata una buona sessione di qualifica per me. La gara domani è lunga e farò il possibile per provare a migliorare la mia posizione. Le simulazioni di gara che ho fatto ieri erano buone quindi spero di poter sfruttare il vantaggio di gomme che avremo, visto che partiremo con le medie. Credo che potremo fare un buon lavoro domani.

Lewis Hamilton
Foto: Craig Evans per F1ingenerale

Infine, durante il corso del weekend, soprattutto nella prima giornata di prove libere, si è discusso a lungo sulle condizioni meteo che non hanno facilitato il lavoro ai piloti. Ecco cosa ne pensa Hamilton: “Non direi che le condizioni della pista sono oscillate nel corso delle prove. Ci sono state tante folate di vento ma questo è dovuto al fatto che Silverstone è situato in una terra molto estesa. In alcuni punti della pista c’è vento, in altri no. Questo però rende la pista più complicata da percorrere.”

Veronica Bettinelli

Studentessa di Comunicazione che passa più tempo a guardare Formula 1, di quanto ne passa a studiare.