F1 | GP Silverstone 2020 – Hamilton: “Oggi è stata una sfida enorme per noi”

Lewis Hamilton conquista con tanta fatica la seconda posizione davanti al compagno di squadra Bottas. Ottima la chiamata del suo ingegnere che gli ha permesso di salvaguardare la sua gara. Davanti a lui solo uno spettacolare Verstappen. GP Silverstone 2020 Hamilton

GP Silverstone 2020 Hamilton
Credits:Steve Etherington

Tanto spettacolo in pista e davvero tanta sofferenza accorsa per la prima volta in tutta la stagione alle tanto inarrivabili Frecce Nere. Hamilton e Bottas, dopo un rapido allungo in partenza, riscontrano subito sin dai primi giri delle difficoltà nella gestione delle temperature roventi degli pneumatici. Il tutto mette immediatamente in allarme sia gli ingeneri del team di casa che quelli della Red Bull. GP Silverstone 2020 Hamilton

Subito Max inizia a mettere pressione alle due auto davanti a lui e li costringe a disintegrare il battistrada per non farsi superare in pista. Il risultato è stato lo stop obbligatorio ai box dei due men in black e la possibilità per di allungo per Verstappen. Dopo questo primo stint i tecnici Mercedes hanno dovuto studiare come salvaguardare al meglio la gara di entrambe le vetture. Bottas si ferma per un ulteriore cambio gomme e Hamilton, anche se non per sua volontà, verrà chiamato alla stessa soluzione 9 giri dopo. Al suo rientro avrà la gomma talmente fresca da passare sia Leclerc, autore di una rimonta magistrale, che Bottas. Verstappen rimane irraggiungibile. Chiude Hamilton in P2.

 

Lewis Hamilton commenta così la sua performance del GP celebrativo dei 70 anni della F1: GP Silverstone 2020 Hamilton

“Oggi è stata una sfida enorme per noi. Se guardiamo le gomme oggi la Red Bull e Max hanno avuto davvero qualcosa in più rispetto a noi. Inatteso per noi aver avuto un blistering così aggressivo sulle nostre gomme, ma sono grato di essere riuscito a gestire abbastanza bene la gara.

Non è quello che mi aspettavo da questa gara in termini di risultato però non è male. Non so dire al momento perché abbiamo avuto più blister della Red Bull, però sicuramente il team lavorerà molto per capire le cause di questo problema. Era da tanto che non soffrivamo così in gara. La Pirelli ha avuto dei problemi settimana scorsa e l’aumento costante del valore delle pressioni ha fatto si che gli pneumatici diventassero come dei palloni. Non imi sorprenderebbe fosse questa la causa. Dobbiamo anche capire se altri hanno avuto i nostri stessi problemi.

Il primo stint è stato abbastanza difficile, ma il secondo stint è stato critico e l’ho gestito dando tutto me stesso. Il troppo blistering mi ha inibito ogni chance di recupero in quella fase di gara. Alla fine ho guidato al limite e senza gomme. “

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | GP Silverstone – Sintesi gara: Verstappen vince, davanti ad Hamilton e Bottas. Poi Leclerc.

 

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.