F1 | GP Silverstone – Alfa Romeo, Raikkonen: “Non una brutta gara fino al contatto con Perez”

I protagonisti di Alfa Romeo commentano il GP di Silverstone, concluso, per Raikkonen e Giovinazzi, fuori dalla zona punti.

alfa romeo silverstone
Fonte: @alfaromeoracing Twitter

In Gran Bretagna le due Alfa Romeo di Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi concludono la corsa ai margini della zona punti, scambiandosi le posizioni di partenza. Qualche rimpianto per il finlandese iridato nel 2007, per buona parte della gara in Top10. Le reazioni dei protagonisti al termine del GP parlando di fatica e rammarico, con un occhio più positivo alla prossima tappa ungherese. alfa romeo silverstone

Vicino alla conquista dei punti è andato Kimi, autore di una buona prestazione fino al testacoda dopo l’azione ravvicinata con la Red Bull di Perez: “Non è stata una brutta corsa fino al contatto con Sergio. È stato un pomeriggio difficile, ma siamo riusciti a stare in zona punti per un po’, anche se ci è mancato lo step per agguantarli. Con Perez la lotta è stata bella – continua Raikkonen – siamo arrivati ruota a ruota un po’ di volte, ma all’improvviso lo spazio è sparito e mi sono girato, alla fine abbiamo dovuto difendere molto. Speriamo i prossimi tracciati mettano in risalto le nostre qualità”, conclude il veterano del team di Hinwil.

Conclude in P13 l’italiano Antonio Giovinazzi: “Gara lunga e non eccessivamente entusiasmante dal mio punto di vista. Abbiamo avuto un buon passo ma non siamo riusciti a concretizzare le occasioni. Prima del valzer dei pit-stop eravamo davanti a Tsunoda, ma siamo rimasti bloccati da Russell e non siamo riusciti a passare”. Il pilota pugliese continua:Vedere che poi Yuki è riuscito ad andare a punti fa male. Dobbiamo imparare dall’esperienza fatta e concentrarci sull’Ungheria, pista che dovrebbe incontrare le nostre peculiarità”, conclude il #99.

“Ennesima gara in cui il nostro buon ritmo ci ha portato a ridosso dei punti, commenta il team principal Frédéric Vasseur. “La ricompensa ci è però sfuggita. Siamo riusciti a correre in Top10, ma alla fine ci è mancato qualcosa per stare davanti. Tutto ciò dovrebbe essere comunque un buon segno, essendo questa una pista dove credevamo di faticare un po’ di più”, conclude il boss della squadra italo-elvetica.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.