F1 | GP Silverstone – Perez: “La Racing Point era veloce, ma la safety car mi ha distrutto la gara”

Sergio Perez si trovava in dodicesima posizione ed in lotta per i punti, ma l’ingresso della safety car ha rovinato i piani del pilota messicano. Poi il problema al volante a causa del quale ha tamponato Hulkenberg. Racing Point GP Silverstone

Racing Point GP Silverstone
La Racing Point di Sergio Perez con l’ala anteriore danneggiata dopo il contatto con la Renault di Nico Hulkenberg – Foto: Craig Evans per F1 in Generale

Gara di casa da dimenticare per la Racing Point. La scuderia che ha sede proprio a Silverstone non aggiunge punti alla sua classifica ormai da tre corse e si è vista agganciare in classifica al settimo posto dalla Toro Rosso. Racing Point GP Silverstone

Se si vuole il bicchiere mezzo pieno, gli aggiornamenti portati al gran premio di Gran Bretagna hanno dato qualche miglioramento, ma la McLaren e la Renault restano per ora lontane.

Sergio Perez si è detto comunque soddisfatto delle prestazioni della sua monoposto in gara. Il messicano era infatti in lotta per la zona punti, prima che l’ingresso della vettura di sicurezza mandasse all’aria i suoi piani. Proprio in regime di safety car, il messicano ha poi accusato problemi al volante e ciò gli ha eccessivamente sbilanciato la frenata verso l’anteriore.

Il risultato è stato alla ripartenza è arrivato lungo alla staccata della Brooklands ed ha tamponato la Renault di Nico Hulkenberg, rovinando l’ala anteriore della sua Racing Point e compromettendo in modo definitivo la sua corsa.

Ancora una gara negativa per Lance Stroll. Il figlio di Lawrence, proprietario del team, sta subendo un cappotto in qualifica dal compagno di squadra, che è avanti 10-0, ed anche in gara è lontano dalle prestazioni di Perez.

Sergio Perez, 17° al traguardo

“Siamo stati molto sfortunati oggi. Il primo stint è stato molto forte. Stavo gestendo la mia gara, badavo alle gomme ed eravamo in corsa per segnare punti. Poi, la safety car è uscita subito dopo che ho fatto il pit stop e questo ha rovinato la mia gara. Durante il periodo di safety car ho anche avuto un problema con il mio volante, che ha influito sul bilanciamento dei freni e ha fatto sì che fosse troppo sull’anteriore. Ecco perché ho finito per colpire Hulkenberg perché non sono riuscito a frenare la macchina abbastanza. Ho danneggiato la mia ala anteriore e sono caduto nelle ultime posizioni. Non posso credere alla sfortuna che abbiamo avuto oggi. E’ così deludente perché meritavamo un grande risultato nella nostra gara di casa e avevamo la velocità in macchina per segnare punti”.

Lance Stroll, 13° al traguardo

“Penso che sia un weekend da dimenticare, ad essere onesti. Le cose non hanno funzionato per noi. Ho fatto una buona partenza e ho guadagnato tre posizioni alla fine del primo giro. Sfortunatamente abbiamo dovuto effettuare il pit stop prima del previsto per rimuovere alcuni detriti dal condotto del freno anteriore sinistro e questo ha danneggiato la nostra strategia. Avevamo mirato a una gara ad una sosta, ma ho finito per fermarmi due volte perché la squadra mi ha montato le gomme morbide per l’ultimo stint. Penso che il team sperasse che le gomme delle vetture davanti a noi si degradassero, ma sfortunatamente non è successo abbastanza velocemente”.

FOTOGALLERY esclusiva – Tutte le foto del GP di Gran Bretagna 2019 [Foto F1]