F1 | GP Silverstone – Qualifiche Sprint, Carlos Sainz sotto investigazione: oltre al danno la beffa?

In P11 grazie alla rimonta dopo il contatto con Russell, Carlos Sainz è ora sotto investigazione al termine delle qualifiche sprint di Silverstone.

Credits: @CarlosSainz55 Twitter

Oltre al danno la beffa? La sprint race, nuovo format di qualifiche al test in quel di Silverstone, non ha sorriso al ferrarista Carlos Sainz. Il madrileno della rossa, dopo la nona posizione delle “tradizionali” qualifiche, questa volta al venerdì, ha concluso in una desolante undicesima posizione. sainz investigazione qualifiche silverstone

Il risultato, ben al di sotto delle aspettative dello stesso 26enne spagnolo, lascia amari i palati degli uomini della Ferrari, lato Sainz. Dopo essere stato spinto fuori da George Russell, l’ex McLaren ha dovuto compiere una rimonta dai bassifondi per tornare almeno in P11.


Leggi anche: F1 | GP Silverstone – Sprint Qualifying: Verstappen è in pole davanti a Hamilton, quarto Leclerc nella sprint race


Ora, nel post sprint race, il morale potrebbe andare ancora sotto i piedi. Di pochi istanti fa è la comunicazione della convocazione di Sainz dai commissari. Lo spagnolo è sotto investigazione per essere rientrato in pista in modo non sicuro. Il documento dei commissari recita: “Il pilota ed i suoi rappresentati sono convocati a presiedere davanti agli stewards alle ore 18 (fuso UK)”

Il motivo? “Sospetto rientro in pista in modo non sicuro alle ore 16.36 (UK) in curva 7”. Dopo la desolante P11, ora Sainz rischia anche una penalità: non il migliore dei modi per arrivare al gran premio domenicale per lo spagnolo del Cavallino Rampante.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.